in

Riforma pensioni 2105 ultime novità: Opzione Donna e settima salvaguardia, giorni decisivi

Il 9 settembre prossimo riparte il cantiere della riforma delle pensioni con la riunione della Commissione lavoro della Camera presieduta da Cesare Damiano, in quella sede alla presenza del Governo si cercherà di definire le prime due questioni sulle quali sembra si sia già raggiunto un accordo sia politico che tecnico: l’estensione dell’Opzione Donna e la settima salvaguardia per gli esodati.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Il comitato pro Opzione Donna sorto su Facebook chiede la proroga dell’opzione fino al 2018, accettando una notevole riduzione dell’assegno previdenziale pur di poter decidere volontariamente quando poter andare in pensione, anche consentendo alle lavoratrici di poter uscire dal lavoro anche riscattando periodi di contribuzione ancora da versare. Inoltre per molte lavoratrici la possibilità di anticipare il periodo del pensionamento vorrebbe dire poter dedicare la maggior parte del loro tempo alla cura della propria famiglia.

Nella riunione del 9 settembre si discuterà anche l’eventualità di allargare l’opzione donna anche ad altre categorie di lavoratori uomini. Gli eventuali costi a carico del sistema previdenziale potrebbero essere in parte recuperati sui risparmi sugli ammortizzatori sociali per i tanti lavoratori che sono rimasti senza lavoro e senza pensione. Il Governo anche nella contrattazione con l’Unione europea dovrà trovare una soluzione utile, anche per favorire un ricambio generazionale nel mondo del lavoro, attuando una riforma delle pensioni che matenga una propria sostenibilità finanziaria.

Vacanze settembre 2015 low cost con bambini: dove andare con la famiglia al completo

Vacanze settembre 2015 low cost con bambini: dove andare con la famiglia al completo

Oktoberfest 2015 a Monaco: le migliori offerte last minute

Oktoberfest 2015 a Monaco: le migliori offerte last minute