in

Riforma pensioni news oggi: pensioni minime e di reversibilità legate all’Isee? Prosegue l’iter della legge delega

Entra nel vivo l’esame del disegno di legge delega contro la povertà, dopo aver concluso le audizioni sul testo, ora si aspetta solo che venga stabilito il termine di scadenza per la presentazione degli emendamenti al disegno di legge adottato dal Governo il 28 gennaio scorso. Si prevede che il testo venga esaminato entro gli inizi di giugno per poi passare alla Camera per la prima approvazione nelle prime settimane di luglio. Il provvedimento consta di tre capitoli, quello più atteso è la revisione dell’assistenza e della previdenza, a cui si aggiunge il capitolo sul sostegno all’inclusione attiva e quello sul riordino dei servizi sociali.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Nella presentazione sulla parte che riguarda l’assistenza e la previdenza si legge che il riordino delle prestazioni è legato al reddito del beneficiario, in base all’indicatore Isee che, come è noto, considera anche il patrimonio del soggetto e non solo il reddito personale: “Il principio che regola l’accesso alle prestazioni deve essere quello universalistico per cui, tenuto conto di bisogni specifici, l’accesso selettivo alle prestazioni è regolato dalla sola condizione economica, misurata a tal fine dall’ISEE”. Tuttavia nel testo della Delega non sono indicate le prestazioni che saranno razionalizzate, come tutte le leggi delega si tratta di un provvedimento quadro, tracciato a grandi linee, entro le quali il Governo adotterà successivamente la parte attuativa in dettaglio.

Nella relazione sono indicate alcune prestazioni tra cui: l’integrazione alle pensioni minime, gli assegni alle famiglie elargiti dai comuni, le maggiorazioni sociali, l’assegno sociale, le pensioni di reversibilità. Non saranno coinvolti nel riordino i trattamenti già concessi e le prestazioni erogate agli invalidi. Il nodo di questo provvedimento è che ci sono margini di ambiguità relativamente al fatto se saranno interessate o no le pensioni di reversibilità, sin dall’inizio sia da parte del Governo che dalla maggioranza ciò è stato escluso, ma ancora non è stato definito l’emendamento di modifica per escludere che ciò avvenga. Anche se il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha annunciato che l’integrazione al trattamento minimo e le pensioni di reversibilità non rientreranno tra le prestazioni assistenziali.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Marco Pannella difende il deputato grillino Alessandro Di Battista

Marco Pannella: ricovero d’urgenza in ospedale per il leader dei Radicali, per i medici non ci sono speranze

Roma Sampdoria highlights

Roma news, Totti rinnovo 8 anni? Ecco le ultime novità