in ,

Riforma Pubblica Amministrazione: cade “La Quota 96” per gli insegnanti e la soglia 68 dei medici

In Senato sono stati approvati i quattro emendamenti soppressivi su alcuni punti del decreto legge sulla Pubblica Amministrazione presentati dal Governo ed annunciati dal ministro Marianna Madia. L’iniziativa del Governo segue le osservazioni critiche che il Commissario per la spending review, Carlo Cottarelli, aveva avanzato nei giorni scorsi, sul Parlamento che continuava ad impegnare risorse risparmiate piuttosto che utilizzarli per il taglio delle tasse.

Senato riforma PA approvati emendamenti

Con l’approvazione di queste modifiche si elimina la “quota 96” per i previsti 4mila insegnanti che sommando età e contributi raggiungevano tale soglia e non erano potuti andare in pensione per gli effetti della riforma Fornero. E stato rivisto anche il limite d’età per il pensionamento d’ufficio, con l’eliminazione del tetto dei 68 anni riguardante professori universitari e medici. Mentre rimane il limite dei 62 anni per la restante parte dei dipendenti pubblici.

L’altro emendamento proposto dal Governo attiene ai benefici previsti in un primo tempo ed ora eliminati per le vittime di atti terroristici. In questo modo il Governo tiene ferma la strategia di cambiamento della Pubblica Amministrazione, per semplificarla ed avvicinarla agli italiani, ma stringe su alcuni punti i cordoni della borsa.

uomo muore orto casa per puntura di vespa

San Pietro Viminario: punto da una vespa muore nell’orto di casa per shock anafilattico

google consentirà di predire il futuro

Google consente di predire il futuro di tendenze e comportamenti