in ,

Riforma Sanità 2015 e legge di Stabilità 2016: tagli su servizi e beni

Dove verranno imposti i tagli della Riforma della Sanità 2015? Perché con la legge di Stabilità 2016 arriveranno le reali risposte della spending? Con UrbanBenessere cerchiamo di fornire qualche informazione dettagliata nei confronti del legame tra Riforma della Sanità 2015 e legge di Stabilità 2016, con particolare attenzione ai tagli di beni e servizi.

Circa la metà dei tagli della Riforma attingerà da beni e servizi, ad esempio con una restrizione ingente sulle prestazioni specialistiche da ambulatorio, come non fare l’esame di colesterolo e trigliceridi ogni anno, ma ogni cinque (a meno che non ci siano particolari rischi da monitorare), meno risonanze magnetiche alla colonna vertebrale e agli arti, numero inferiore di tac e di test allergologici e di genetica, ma anche tagli premiali ai medici dipendenti del Ssn e ai rimborsi dei medicinali a carico del Ssn. Sui tagli alla salute pubblica, però, le reali risposte arriveranno con la legge di Stabilità 2016.

La spending, infatti, come ha detto anche la ministra Lorenzin, potrà ribadire il concetto che si tratti di risparmi sulle spese improduttive e non di reali tagli; a settembre arriverà anche il decreto “sull’appropriatezza delle prestazioni dagli esiti del tavolo sulla farmaceutica su tetti e pay back”. Per avere chiarezza sui tagli effettivi bisogna ancora attendere un po’.

Photo Credit: Nonwarit / Shutterstock

omicidi per stregoneria in India

India: 5 donne accusate di stregoneria e poi uccise, ecco il dramma vissuto da migliaia di donne indiane

18enne ucciso per errore a torre del greco

Torre del Greco: Pietro Spineto ucciso ‘per errore’, incriminato l’amico 15enne