in

Riforma Scuola Renzi: Novità per gli insegnanti di seconda fascia

Al termine del suo intervento al teatro di Vicenza per sostenere la candidata alla presidenza del Veneto, Alessandra Moretti, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, si è fermato a parlare con un docente che gli chiedeva di trovare presto una soluzione agli insegnati di seconda fascia nella riforma scuola. Queste le parole di Renzi: “Sulla situazione degli insegnanti di seconda fascia stiamo ragionando. “E’ un tema molto complicato ma stiamo cercando di arrivare ad una soluzione. Quello che mi dà più noia è che qualcuno ha fatto il TFA (tirocinio formativo attivo) e lo ha anche pagato e adesso si vede tagliato fuori dal provvedimento”.

Il problema per gli insegnati di seconda fascia è piuttosto concreto: il piano assunzionale, infatti, potrebbe coprire posti che attualmente risultano coperti, da docenti della seconda fascia delle graduatorie di Istituto. A parte le supplenze residue e quelle temporanee, secondo l’attuale disegno di legge, le aspettative professionali sarebbero legate esclusivamente all’esito del concorso, previsto per 60.000 posti per il triennio.

Il ripristino del concorso come unico modo di accesso al ruolo di insegnante è inteso come un punto di forza della riforma e pare si stia ragionando sui modi e sui requisiti su cui si deve basare il concorso.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 22 maggio: caso Guerrina Piscaglia news

calcio scommesse Serie A

Calcioscommesse, prime ammissioni su Salernitana-Messina di alcuni intercettati