in ,

Riforma Senato, parla Mineo: “Sono almeno 13 i senatori Pd dissidenti”

Matteo Renzi dal suo tour in Africa ha annunciato che il treno delle riforme andrà a vanti nonostante l’ostruzionismo fatto dai “gufi” (non solo interni al suo partito) che “mettono il sasso tra i binari”. E dal canto suo il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi ha rigettato ogni accusa di “deriva antidemocratica” del governo Renzi, rispedendola al mittente: “Senato? Non è affatto svolta autoritaria”.

E a gettare benzina sul fuoco, poco fa, le dichiarazioni del senatore Pd Corradino Mineo ai microfoni della stampa, a Palazzo Madama: “Tredici senatori del Pd sono intervenuti in Aula in discussione generale per chiedere di cambiare il testo del governo di riforma del Senato. Questo è un dato incontrovertibile”. Mineo, riferendosi ai “dissidenti”, lascia intendere che il loro numero è destinato a salire: “Dovrebbero essere una ventina”.

Barbara D'Urso guadagno

Barbara D’Urso e Marco Travaglio: a Ponza d’Autore la conduttrice invita il giornalista a Pomeriggio 5 (video)

caso uva

Caso Uva, omicidio preterintenzionale: un carabiniere e sei poliziotti a processo