in ,

Riforme Governo Renzi: rissa in al Senato, presidente Grasso contestato e infortunio

Giornata di caos al Senato durate il voto delle riforme del Governo Renzi. La maggioranza, infatti, è andata sotto al primo (e unico) voto segreto. Un passo falso preoccupante per il premier, che però allontana le polemiche sulla possibilità che si stia ripetendo quanto accaduto per la mancata elezione di Romano Prodi al Quirinale. “Credo siano altri e non quelli del Pd”, dice Renzi. Lui, però, ammette serenamente che ci sono delle scissioni interne al partito e dei franchi tiratori. Ma tira dritto e dice che le infileranno tutte, le riforme.

riforme governo renzi

Nel frattempo, però, al Senato è rissa. Prima Lega e Movimento 5 Stelle protestano vivamente contro il presidente dell’aula di Palazzo Madama, Pietro Grasso. Con fischietti e cartelli, urlano “Libertà! Libertà!”, qualcuno scende dai banchi e prova ad avvicinarsi minaccioso al tavolo del presidente. Viene fermato. Ma intanto le opposizioni urlano alla “tregua finita”. “Abbiamo cercato la pace, voi volete la guerra”, tuonano dai banchi della Lega.

In questo caos, il Presidente Grasso scuote la testa, ma replica al microfono: “Non sospendo la seduta. Voglio che vediate cosa state combinando”. Ma è successo qualcosa e un usciere si avvicina correndo al banco di Grasso. Il microfono registra e amplifica tutto. “Deve sospendere la seduta. Si è fatto male. C’è uno che si è fatto male, sospenda la seduta”. Il tono dell’usciere è a metà tra l’implorante e lo spazientito. A farsi male è la senatrice Laura Bianconi del Nuovo Centro Destra. Si è lussata la spalla, non si sa ancora bene come. Ma aveva forte dolore. La bagarre in aula provoca anche questo.

tregua gaza

Gaza news: Israele e Hamas, tregua di 72 ore e l’Onu accusa Usa e esercito

RETE INTERNAZIONALE PEDOPORNGRAFIA

Lotta alla pedofilia: Italia e Germania, perquisizioni ed indagati