in ,

Rihanna: arrestato a New York lo stalker della pop-star

Era stato pizzicato a Soho nei pressi dell’abitazione newyorkese della celebre cantante che molestava, Rihanna,  l’8 luglio alle 6.30 del mattino,  a mezzanotte,  e tre giorni dopo,  l’11 luglio, a mezzogiorno. Kevin McGlynn, lo stalker che per mesi ha tormentato la pop-star inviandole lettere minatorie e morbose, è stato arrestato giovedì a New York con le accuse di minacce, stalking e crimini d’odio, dopo essere stato identificato grazie alle riprese delle telecamere di sicurezza che lo hanno collocato per ben tre volte intorno al palazzo della celebrity.

Rihanna, arrestato lo stalker

Durante l’ultimo appostamento però, lo stalker ha commesso un errore rivelatosi decisivo per incastrarlo. Si è dimenticato infatti un documento personale nella casella di posta, permettendo facilmente alla polizia di rintracciarlo, fregandosi con le proprie mani.

L’uomo avrebbe una vera e propria ossessione per la cantante, che aveva già preso di mira in passato, quando ancora lei viveva in California. Le aveva infatti inviato quattro lettere inquietanti nelle quali, dopo averla epitetata più volte come “st***za”e minacciata di fare irruzione nella sua dimora, l’accusava di aver plagiato alcune sue canzoni. Del fanatico si sa che è di razza bianca e ha 53 anni. Lo ha rivelato a E! News una fonte anonima.  Ci si augura che per la voce di “Umbrella” l’incubo sia finito e rimanga solo un brutto ricordo.

 

 

filippo bisciglia instagram foto con collare

Temptation Island: Filippo Bisciglia e Pamela Camassa si sposano “per non fare un torto a Papa Francesco”

Happy al carcere di Enna ballato dai detenuti

“Happy”: a Enna i detenuti ballano sulle note della famosa canzone (video)