in

Rihanna, set bollente: mano birichina e stola in pelliccia a coprire le parti intime

In occasione di una personalissima intervista al magazine Interview, Rihanna si è concessa per delle foto bollenti che già fanno sognare. Sempre più assorbita dalla sua attività di imprenditrice – nel maggio 2019 ha presentato la sua prima maison di lusso, Fenty, all’interno del prestigioso gruppo LVMHRihanna è apparsa negli scatti di Pierre-Ange Carlotti super sexy e conturbante.

Rihanna, ‘sfacciata’ e ammaliatrice nella sua tuta trasparente

Con una tuta che sembra quasi ‘accennata’ sul corpo della cantante, Rihanna siede ‘sfacciata’ e sensuale su un divano. Gambe spalancate e posa hot, Riri è coperta nelle sue parti intime da una stola in pelliccia maculata. Puntando dritto l’obiettivo, l’attrice incanta con il suo sguardo magnetico e ammaliatore. Ma questo aspetto un po’ ‘aggressivo’ e ‘selvaggio’ si smorza nelle parole della cantante che – nell’intervista che accompagna le foto – confessa: “Sono innamorata e vorrei mettere su famiglia e avere dei figli.. (…). Solo negli ultimi due anni ho cominciato a capire che bisogna dedicare del tempo a se stessi, perché la salute mentale dipende da questo… Se non sei felice, non sarai felice nemmeno di fare le cose che ami fare”.

Rihanna, innamorata e pronta a diventare mamma

E in merito all’amore, Rihanna – sulla sua nuova relazione con Hassan Jameel, iniziata nel 2017 -dichiara: “Avevo bisogno anche di questo, di nutrire anche questa parte di me… Nel mio calendario adesso ci sono i giorni ‘P’, ovvero i giorni personali: una cosa nuova per me. (..) Certo che sono innamorata!” – ribadisce – ma, in quanto al matrimonio: “Solo Dio può sapere… noi facciamo piani e Dio ride…”. Ma certamente il suo sogno più grande è diventar mamma: “È la cosa che voglio di più nella vita”.

Leggi anche —> Paola Caruso Instagram, il bimbo “tenuto per il collo”: «È rischioso, ignorante»

Il santo del giorno 13 giugno: Sant’Antonio da Padova

Reddito di cittadinanza, gestore cerca barista a 800 euro ma non lo trova: «Colpa del sussidio!»