in ,

Riina morte dignitosa e scarcerazione? Roberto Longu della squadra di Ultimo: “Ecco cosa penso della Belva”

Fa discutere la sentenza della Cassazione circa la possibilità di veder “scarcerato” Totò Riina per consentirgli una morte dignitosa. Un’ipotesi che non dovrebbe mai concretizzarsi: la Cassazione ha richiesto al Tribunale di Bologna di motivare meglio l’arringa per specificare l’elevata pericolosità del soggetto. Totò U Curtu è ancora il leader di Cosa Nostra? In tantissimi non hanno dubbi, anche se c’è chi provoca come alcuni componenti della squadra Ultimo, la stessa che lo catturò il 15 gennaio 1993: “Lasciatelo libero, così vedremo se comanda oppure no. Basta seguirlo passo passo…” 

>>> Sentenza Cassazione Totò Riina: “Merita morte dignitosa <<<

Intanto, a La Repubblica, ha concesso una lunga intervista Roberto Longu, 54 anni, riconosciuto con il nome di Omar durante l’operazione che portò all’arresto di Totò Riina. L’ex maresciallo dell’arma rivela: “Riina era ed è un essere umano, esattamente come la mafia è un fenomeno umano, e lo diceva Falcone. Perciò, non mi stupisce che un avvocato faccia il suo mestiere spiegando di guardare all’uomo Riina e non ai suoi reati, ma lo Stato deve guardare ai reati, al ravvedimento, alla collaborazione di Riina. Altrimenti di motivi per regalare la libertà alle persone che non se la sono guadagnata se possono trovare mille”.

>>> Tutto sul mondo delle news <<<

E nella lunga intervista concessa da Roberto Longu sulla cattura di Totò Riina emergono interessanti particolari, sebbene molti già noti alla storia: “(…) alle 8 meno 5 arriva una Citroen, a bordo c’è Biondino, coinvolto nelle stragi Falcone e Borsellino. Di Maggio lo riconosce, il cancello si apre, si chiude, poco dopo la Citroen ricompare, stavolta con due a bordo. Ci siamo. “È uscito Sbirulino”, dice la radio e noi decidiamo di attaccare alla rotonda. Quando con Arciere prendo Biondino, e lo giriamo, m’è scoppiato cuore. Non assomigliava alle foto segnaletiche. La strada sino alla caserma Carini m’è sembrata lunga 3mila chilometri, non sapevo che anche ammanettato nella macchina con Vikingo e il capitano il prigioniero aveva ammesso, “Sono Totò Riina”…”

Replica Wind Music Awards 2017

Replica Wind Music Awards 2017 puntata 6 giugno: come vedere il video integrale

Champions League

Max Allegri denunciato dai vigili urbani per una multa: “Falliti”