in

Rimedi contro bruciature: come fare per evitare le scottature in montagna

I primi fiocchi di neve sono finalmente scesi ad imbiancare le nostre montagne e chi ama lo sci, o più semplicemente i monti, è già, o si prepara a trasferirsi in alta quota, per apprezzare la vita all’aria aperta sui picchi innevati, le nevicate, pranzi e cene in baita, e i bombardini. Ma in tutto questo clima godereccio all’insegna dello sport, come fare ad evitare di bruciarsi all’esposizione col sole? Innanzitutto occorre accendere la testa e ricordare di portare sempre con sé i prodotti adatti, che sono:

lo stick: piccolo e pratico, si infila in tasca ed è sempre a portata di mano. E’ studiato apposta per proteggere le zone più sensibili, come labbra, naso, gote, e palpebre. Vi sono quelli in versione trasparente, e quelli colorati, allegri per i bambini, e di solito con un fattore protettivo più alto. Sono comunque tutti in grado di resistere alla neve e al sudore.

la crema: fondamentale per gli amnti della tintarella. I solari, in versione pastosa oppure spray, sono un grande classico per evitare bruciature, al mare come in montagna. Si devono applicare un’ora prima dell’esposizione e proteggono con efficacia perché si assorbono più lentamente rispetto allo stick. Talune versioni contengono anche la formula anti-età, per combattere l’invecchiamento precoce, oppure fattori emollienti, per idratare, ideali per chi fa fondo o cammina intere giornate al sole.

il doposole: i raggi a cui ci si espone in montagna non sono diversi da quelli del mare, anzi, spesso sono anche più potenti. Non basta dunque applicare la protezione per coccolare e prendersi cura della pelle, ma è bene usare anche il dopo sole per idratare e rinfrescare. Le formule 2 in 1, adatte sia al viso che corpo, sono più consigliabili.

foto: dovesciare.it

autostrade aumento 2015 carburante

Autostrade pedaggi e carburanti: aumento in Italia da Capodanno 2015

Elisabetta Canalis si fa bionda

Elisabetta Canalis si fa bionda: su Instagram le foto del cambio look