in

Rimini e San Marino, due corpi senza vita ritrovati in poche ore: imprenditore e farmacista morti in circostanze oscure

Le pagine della cronaca di oggi, 7 dicembre, si colorano di nero. Nei pressi di Rimini e San Marino sono stati rinvenuti due corpi senza vita. I cadaveri secondo le prime informazioni diffuse dagli inquirenti appartenevano a due uomini, un imprenditore e un farmacista. L’imprenditore è stato ritrovato in fondo a un dirupo, il farmacista dentro la sua auto nei pressi del lungomare a Rimini.

Leggi anche –> Antonio Logli il giallo degli scatoloni, telefonata: “Controlla che nessuno lo veda poi si allontana furtivamente” (AUDIO)

Ecco tutti i dettagli del ritrovamento dell’imprenditore

Enrico Caldari, di 42 anni, originario di Gradara e residente da anni sul Titano è stato trovato morto nel dirupo ai piedi del ‘Passo delle Streghe’, sotto la rupe di San Marino. L’imprenditore era titolare della ‘RQI ricchezza quantica’ insieme ad un suo socio. Enrico ero scomparso da casa da metà ottobre, ma la denuncia di scomparsa è arrivata solo domenica 2 dicembre. I famigliari, abituati ai lunghi viaggi all’ estero dell’imprenditore, non si sono preoccupati nell’immediato, ma poi mancando le comunicazioni con l’uomo hanno denunciato. Sono subito scattate le ricerche ad opera della Guardia di Rocca del distaccamento di Dogana. Il corpo di Enrico, in avanzato stato di decomposizione, è stato trovato alle 9 di ieri dagli uomini della Sezione antincendio della Polizia civile. Che in un primo passaggio sul sentiero che attraversa la rupe hanno intravisto quello che poteva essere un corpo umano. Raggiunto il punto, hanno avuto la conferma della loro ipotesi. Per il recupero, a causa delle condizioni impervie del luogo, il Soccorso Alpino ha dovuto approntare una cordata e creare un sentiero tra la vegetazione. Gli inquirenti al momento stanno indagano sulle cause della morte e non escludono il suicidio.

Ecco tutti i dettagli del ritrovamento del farmacista

Angelo Antonio Tiberio, 60 anni, farmacista di Agnone, è stato ritrovato senza vita nel pomeriggio di ieri, verso le 16, davanti all’Unicredit, all’altezza del bagno 121 a Rimini. L’uomo viveva con la moglie in Molise ed era scomparso da casa dallo scorso 30 maggio. Il farmacista, morto ormai da tempo, è stato rinvenuto all’interno della sua auto, una Nissan Qashqai, dalla polizia municipale di Rimini allertata dai passanti della zona, che avevano visto un uomo accasciato nell’abitacolo e bisognoso forse di aiuto. La Municipale e la Polizia di stato grazie ai documenti hanno subito identificato l’uomo e avvisato la famiglia che lo stava cercando da tempo. La moglie, infatti, aveva chiesto aiuto anche alla trasmissione Chi L’ha Visto per ritrovarlo, ma purtroppo per Angelo ormai non c’è più nulla da fare. Il magistrato di turno, Davide Ercolani, ha subito disposto l’autopsia sul corpo del farmacista per poter fare chiarezza sulle cause del decesso.

Leggi anche –> Morte Martina Rossi: il dettaglio sul cadavere che fa propendere per il tentato stupro

Previsioni meteo oggi, venerdì 7 dicembre 2018

Giorno più corto dell’anno 2018, quando è? Tra scienza e tradizione