in

Rimorchiare in spiaggia: 7 cose da evitare per approcciare una donna “sotto l’ombrellone”

In estate, complice il sol leone e l’aria di vacanza, la spiaggia può regalare sorprese inaspettate, come ad esempio una nuova amicizia o un nuovo flirt. Gli uomini, per “natural natura” sono sempre attratti dal gentil sesso, e per chi non è impegnato, anche un chiringuito o un bagnasciuga può essere un ottimo palco dove sfoggiare le proprie doti seduttive. Ma la caccia, aihmé, non da sempre i frutti sperati, e questo perché i nostrani playboy incappano, sovente, in qualche errore di approccio. Di conseguenza, laddove fanno un passo in avanti, come si muovono o aprono bocca, ne fanno tre indietro.

flirt in spiaggia

Errore 1: mostrare insistentemente il proprio fisico, più o meno palestrato, spesso ungendosi con oli e rimanendo in piedi a prendere il sole per evitare che i granelli di sabbia si attacchino alla pelle. Il vostro tentativo di mascherare con nonchalnce un’innegabile voglia di primeggiare e farvi notare, vi degnerà di un solo commento: “ Mah…si sente bello?!”

Errore 2: indossare attillatissimi slip, magari anche con tanto di fascetta modello calciatore, e passeggiare su e giù per il litorale con il lato b in bella mostra. Non ce ne frega niente. Anzi, ci sembra che questo sia segno di insicurezza e superficialità. La mutandina no, a meno che non siete come il modello della pubblicità di Dolce e Gabbana che esce dall’acqua con un ridottissimo costume per abbracciare Bianca Balti, no, “non si può vedere”.

Errore 3: disturbare delle ragazze che stanno prendendo il sole con gli occhi chiusi. Non è opportuno, magari stanno dormendo o si stanno facendo coccolare in dormiveglia dai raggi del sole. Sarete molesti e partirete già perdenti.

Errore 4: cercare di approcciare una ragazza passando per l’amica, che non vi piace. Potreste scatenare tensioni e gelosie tra le due, e visto che, sono delle estranee, lasciatele tranquille con il loro solido legame affettivo.

 

Errore 5: non portatevi un amico, non interessato, a farvi da spalla per tenere occupata l’amica così che voi potrete prendere la parola con la donna che vi piace. Capiamo subito che siete venuti in due per quello, e se tra i due amici non c’è intesa, rischierete situazioni di imbarazzanti silenzi disinteressati da cui difficilmente vi riuscirete a districare.

Errore 6: non fissatela come un allupato e non azzardate mani sulle spalle o altrove. Non la conoscete e il contatto fisico indesiderato è una cosa davvero irritante. Per lo stesso motivo, non proponetevi di spalmare creme e non sdraiatevi accanto a lei per parlarle, sedetevi, è meno sbruffone.

Errore 7: abolite la parola “Io” dal vostro repertorio per parlare di voi stessi. Parlatene in modo furbo. Raccontate voi stessi intavolando un dialogo, cercando, con la interessata, punti in comune che possano fungere da appiglio per parlare di sé.

In conclusione: sfoggiate un sincero sorriso, che è un arma naturale, e sempre la migliore. Mostratevi tranquilli, propositivi, brillanti ma non con la battuta sempre necessariamente pronta. Al mare, a volte, l’atmosfera è fin troppo tranquilla e le ragazze vorrebbero fare qualcosa di diverso dal solito, proponeteglielo! Una partita a beach volley, palla mano in acqua, racchettoni, ping-pong, gioco di società, camminata sulla sabbia ecc…sono tutte ottime opportunità per socializzare e divertirsi insieme, instaurando così la complicità. Parola di donna!

 

B-Up! sollevamento glutei

Chirurgia estetica, B-Up!: la tecnica per sollevare i glutei con un filo

odg d'urso salvini

Immigrati, Matteo Salvini, Lega Nord, facebook: “Renzi e Alfano sporchi di sangue”