in

Rino Gaetano “A mano a mano” nuovo video: il progetto per valorizzare i brani storici

La voce di Rino Gaetano ‘accarezza’ la trama del nuovo video di “A mano a mano” in un mix di emozioni e sentimenti malinconici e romantici, per quella che è stata una delle canzoni più evocative della musica italiana. Valorizzare i brani storici di Rino Gaetano sembra essere uno degli obiettivi del progetto firmato Sony Music Legacy Italy, in occasione di quello che sarebbe stato il 69esimo compleanno del cantante calabrese. Tra i più grandi cantautori italiani di sempre, Rino Gaetano è stato omaggiato di un nuovo video di “A mano a mano”, girato nella capitale tra Piazza Sempione e Montesacro. La ricorrenza dell’anniversario di Rino, che proprio ieri, martedì 29 ottobre 2019, avrebbe compiuto 69 anni, è stata la circostanza scelta per la pubblicazione del nuovo videoclip.

Rino Gaetano, il nuovo video di “A mano a mano” parte di un progetto più grande

La regia di Andrea Labate ha rilanciato “A mano a mano” in un video girato nei luoghi di Roma che Rino frequentava assiduamente. Per il progetto è stata chiesta la partecipazione della Rino Gaetano Band, il gruppo di cui fa parte Alessandro Gaetano, nipote di Rino – figlio della sorella – componente della band tributo del celebre cantautore. Il ‘rilancio’ di “A mano a mano” – uno dei brani più celebri di Gaetano da sempre indissolubilmente legato alla sua voce – fa parte di un disegno più ampio, volto a dare nuova vita alle canzoni di uno dei più grandi geni della musica. L’obiettivo è quello di attualizzare i brani legandoli a nuovi video. Lo stesso è stato precedentemente fatto con “Gianna” e “Sfiorivano le viole”.

“Uno scrigno di emozioni”

«‘A mano a mano’ è un brano insito nel dna degli italiani, uno scrigno di emozioni ad opera della penna di Marco Luberti e reso atemporale dalla versione interpretata da mio zio Rino. – ha affermato Alessandro Gaetano – Ho dato il mio apporto, insieme alla Rino Gaetano Band, partecipando alle riprese del videoclip ufficiale del brano. Le registrazioni sono avvenute durante uno dei nostri concerti coi quali, con dedizione ed entusiasmo, celebriamo da sempre il patrimonio artistico di Rino. Gli devo molto, mi ha insegnato tanto ed è sempre al mio fianco, nella vita di tutti i giorni e sul palco».

Leggi anche —> 2 giugno 1981: Rino Gaetano, tra la morte sospetta e una sinistra profezia

Morgan papà per la terza volta: chi è la sua compagna Alessandra Cataldo

Michela Quattrociocche Instagram, ‘regina di cuori’ nella notte madrilena: «Che schianto di donna»