in ,

Rio de Janeiro: il “Cristo Redentore” colpito da un fulmine

Il monumento emblema del Brasile, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro che si trova sulla cima del monte del Corcovado, è stato colpito da un fulmine che gli ha staccato il terzo dito della mano destra. Una fotografia di Efe ritrae il momento esatto in cui la saetta ha colpito l’enorme statua fin che sulla cosiddetta “Cidade Maravilhosa” si stava scatenando un furioso temporale. Fulmini2

Già lo scorso anno, un altro fulmine ha colpito la stessa mano del Cristo rivestito di un materiale conosciuto come “pietra saponaria” e per questo l’Arcidiocesi di Rio aveva previsto un restauro della scultura che inizierà martedì prossimo. Ogni anno l’enorme statua, alta 38 metri, viene colpita da un minimo di tre ad un massimo di cinque folgori che ogni volta causano piccoli danni. Secondo l’Istituto Nazionale di Ricerche Spaziali (Inpe) il Brasile è il Paese che ogni anno è colpito da più di cinque milioni di fulmini e, di conseguenza, il più esposto a queste violente scariche elettriche.

Giovedì sera, durante le tre ore di tempesta, sono stati più di 40.000 i fulmini che hanno illuminato a giorno e squarciato il cielo dello Stato di Rio, che ha causato, oltre ai danni al Cristo Redentore, anche la caduta di decine di alberi e l’allagamento di molte strade della metropoli brasiliana.

 

 

anticipazioni ballando con le stelle

Manuela Arcuri incinta pensa al nome che più l’emoziona per il suo maschietto

Lino Banfi Paolo Villaggio

Flavio Parenti grazie a Un medico in famiglia ha realizzato il suo sogno