in ,

Rissa al Billionaire: la rettifica del locale di Porto Cervo

L’amministratore della Billionaire srl, ai sensi dell’articolo 8 L 08.02.1948. n°47 ha fatto circolare una rettifica che spiega meglio quanto accaduto durante la rissa al Billionaire di qualche giorno fa specificando che il comportamento dei dipendenti dello storico locale di Porto Cervo è stato di ineccepibile professionalità.

Nella rettifica si legge: “Ineccepibile la professionalità dei dipendenti del Billionaire. In merito all’articolo pubblicato sul sito Blasting.new il 18.08.14 a firma Andrea Mannfredi dal titolo “Billionaire: rissa per Claudia Galanti nel locale di Flavio Briatore – Rissa tra Claudia Galanti, Tommaso Buti e noto professionista della finanza sulle scale del locale di Briatore”. La Billionaire srl, astenendosi dall’interloquire sulla correttezza della ricostruzione dei fatti narrati dal giornalista e riguardanti le persone citate anche nel titolo, poiché oggetto di accertamento delle competenti autorità, precisa che le notizie sulle condotte tenute e sulle frasi pronunciate dai dipendenti del Billionaire club di Porto Cervo, sono totalmente infondate: al contrario di quanto riportato nell’articolo, il personale del locale è immediatamente intervenuto a garanzia della sicurezza degli utenti, isolando chi aggrediva con accompagnamento all’esterno. Contestualmente ha comunicato l’accaduto alle forze dell’ordine chiedendone l’immediato intervento; sul posto i Carabinieri hanno compiuto gli atti di loro competenza. Il personale del Billionare nell’occasione ha eseguito un protocollo collaudato da oltre 15 anni a tutela dei clienti e dell’accertamento delle responsabilità delle persone coinvolte. Attività condotta con l’alta professionalità che da sempre caratterizza il club, nonostante le provocazioni e le interferenze di alcuni presenti, finalizzate anche a sfruttare mediaticamente l’accaduto”.

sgarbi bronzi di riace expo

Expo, niente Bronzi di Riace, Sgarbi: “Tutti sono a rischio, anche i visitatori”

Giornalista americano decapitato

Giornalista Usa decapitato, ultime novità: il boia potrebbe essere un inglese