in ,

Rissa Tonelli – Denis: Marino: “German ha obbedito a Papa Francesco”

Il post partita di Atalanta Empoli, anticipo delle 12.30, sarebbe dovuto essere una grande festa per entrambe le squadre che sono ormai ad un passo dalla salvezza. Invece, a nessuno importa il risultato finale dell’incontro e il bello spettacolo che le due squadre hanno messo in scena. Sotto le luci dei riflettori è finita la rissa negli spogliatoi tra Lorenzo Tonelli difensore dell’Empoli e German Denis attaccante dell’Atalanta. Il fattaccio è stato denunciato da Maccarone che in diretta tv ha dichiarato che Denis si era introdotto nello spogliatoio al termine dell’incontro e ha rifilato un pugno al suo compagno Tonelli rompendogli il setto nasale.

Ai microfoni di Radio Anch’Io Sport è intervenuto il dirigente atalantino Pierpaolo Marino: “Nessuno vuole giustificare Denis, anzi, il suo gesto è da condannare. Non ci si può fare giustizia da soli, Denis sarà punito come è giusto che sia augurandoci che la squalifica si equilibrata. Anche la società Atalanta prenderà le dovute decisioni, ma ci teniamo che il suo atto è stato provocato da Tonelli. Per sdrammatizzare vorrei dire soltanto che Denis ha obbedito a Papa Francesco che tempo fa aveva detto che a chi provoca la famiglia gli spetta un pugno.”

Anche il presidente dell’Empoli Corsi ha voluto dire la sua sull’increscioso episodio: “Non denunceremo Denis, anzi parleremo con Tonelli e se ha delle colpe dovrà pagare anche lui. I Daspo non bastano per arginare la violenza, bisogna metterli in galera.” German Denis non ci sta a essere etichettato come il carnefice di turno e su Instagram ha pubblicato una foto della sua famiglia scrivendo: “Non è bello che un collega auguri a te e alla tua famiglia la morte, dopo che la partita è finita Tonelli mi ha minacciato di morte davanti a mio figlio.”

18 modi per distruggere la possibilità di trovare l’anima gemella

Ponte primo maggio 2015 dove andare: offerte per l’Europa da Parigi a Londra