in ,

Ristruttura casa incentivi 2015: guida a detrazioni e agevolazioni

Sino al 31 dicembre 2015 è possibile beneficiare di diversi incentivi per chi ristruttura casa o ha sostenuto spese per i lavori di ristrutturazione edilizia in passato. Il primo del quale poter usufruire è la detrazione d’imposta Irpef, pari al 36% delle spese sostenute e che non deve superare i 48.000 di spese per unità immobiliare. La legge di stabilità 2015 ha aumento la percentuale di detrazione dal 36% al 50% per i costi sostenuti dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015 per un massimo di 96.000 euro di spesa.

E’ importante però sapere che dal 1° gennaio 2016 la detrazione tornerà alla sua percentuale di partenza. E’ possibile, inoltre, beneficiare di altre agevolazioni riguardanti l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici che dovranno essere oggetti d’arredo dell’immobile ristrutturato, in questo caso la detrazione è del 50 % per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre dell’anno in corso. Anche coloro che dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2015 hanno effettuato interventi per l’adozione di misure antisismiche su abitazioni principali o su attività produttive in zone a rischio possono usufruire di una detrazione Irpef pari al 65% dei costi sostenuti.

Un’altra agevolazione è l’aliquota al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria o di recupero edilizio per gli immobili a uso abitativo. Della detrazione di ristrutturazione possono usufruire non solamente i legittimi proprietari, ma anche chi è titolare di un diritto reale di godimento della proprietà, come usufrutto, gli inquilini, i soci delle società semplici o delle cooperative individuali o divise e anche gli imprenditori individuali esclusi i casi in cui gli immobili sono tra quelli strumentali o merce. E’ prevista, inoltre, una detrazione Irpef del 50% anche per l’acquisto di fabbricati ristrutturati a uso abitativo, In questo caso le cooperative o le imprese di ristrutturazione o costruzione, che si sono occupate degli interventi di ristrutturazione degli interi fabbricati, devono provvedere all’assegnazione o alienazione entro 18 mesi dalla data di termine dei lavori.

Photo credit: Martin de Espinosa/shutterstock

Caso Domenico Maurantonio news

Morte Domenico Maurantonio, mistero Dna: l’avvocato di famiglia annuncia svolta

film in uscita gennaio 2017

Film italiani in uscita giugno 2015: nelle sale il cinema italiano