in ,

Ristrutturazione della casa, un modo per rinnovare se stessi

Per questo motivo, quando si rende necessario un intervento di ristrutturazione nella propria abitazione, ci si può sentire smarriti e ansiosi. La ristrutturazione della casa, infatti, implica un grande cambiamento perché comporta una nuova vita e un nuovo aspetto per tutti gli ambienti che vengono coinvolti ma, allo stesso tempo, offre una sorta di rivitalizzazione agli abitanti grazie al potere del cambiamento che ha sempre un impatto positivo sull’essere umano.

Da questo punto di vista – totalmente centrato sulla persona – la ristrutturazione di un’abitazione comporta gli stessi passaggi del cambiamento interiore che affronta un individuo. È un processo che richiede attenzione, forza di volontà e tempo, per raggiungere quelli che sono in sostanza degli obiettivi personali.

Talvolta si può manifestare una certa resistenza al cambiamento che da sempre incute timore e perplessità. “La cucina tutto sommato resiste ancora”, “gli infissi da rifare sono molto costosi”, “in casa si creerà sporco e confusione”, sono solo alcune delle scuse che si possono presentare al momento di procedere con una ristrutturazione.

Se da una parte può essere plausibile, è anche vero che per reinventare la propria abitazione potrebbe bastare una piccola somma di denaro o qualche piccola modifica per restituire un’aria di novità alla casa e vedere la differenza col passato senza investire cifre astronomiche. Ad esempio, si può pensare di cambiare l’aspetto di una stanza da bagno semplicemente acquistando un lavandino nuovo, oppure cambiare il rivestimento di una parete per farla apparire fresca e nuova.

Così come migliorare se stessi o effettuare dei cambiamenti sostanziali nella propria vita può sembrare faticoso, ristrutturare la casa o parte di essa significa valorizzare se stessi e l’abitazione, evitando problemi e interventi economici più onerosi in un secondo tempo. È inoltre importante pensare di modificare gli ambienti seguendo una logica che porti ad un risultato confortevole ed armonioso, in equilibrio con l’ambiente circostante e dunque, anche con gli abitanti della casa.

Al momento di operare un cambiamento poi, si potrà poi anche scegliere di procedere col fai-da-te, per risparmiare ma anche per sentirsi parte integrante del processo e soprattutto del risultato finale. Armati di un po’ di buona volontà, pazienza e magari un compressore d’aria per soffiare, rimuovendo così lo sporco più fastidioso, il risultato finale sarà ancora più soddisfacente spendendo le proprie energie nel lavoro di ristrutturazione.

Come fare però a procedere con una ristrutturazione che comporti anche un maggior benessere psicofisico agli abitanti di casa? Innanzitutto occorre fermarsi a pensare cosa è meglio cambiare e come farlo per rispecchiare i propri gusti ed esigenze. A volte per voglia di cambiamento e basta, ma altre volte un tocco stravagante e diverso può dare agli ambienti una svolta per eliminare ricordi dolorosi del passato che si vogliono superare. L’importante è ascoltare se stessi e i propri desideri, immaginando un ambiente in cui sentirsi a proprio agio e in cui rifugiarsi quando è necessario.

Insomma, talvolta la ristrutturazione di casa offre un nuovo inizio per valorizzare se stessi e il posto dove si vive dopo un momento difficile, dando un taglio netto con il passato attraverso un cambiamento radicale che ribalta una situazione ormai deteriorata, alla ricerca del benessere perduto e pronti a ritrovare il giusto equilibrio.

Il trolley perfetto per le vacanze è Roncato

Alessia Macari Instagram, fan in delirio: «Lato B spettacolare»