in

Risveglio mattutino: 7 consigli per avere il sorriso

Ecco una lista di 7 consigli proposti da Beautips, per avere sempre il sorriso al risveglio mattutino.

 risveglio soft

1. “Il segreto di un buon risveglio sta in tutto ciò che lo precede: se dormiamo poco e male, se abbiamo avuto una giornata particolarmente stressante alle spalle, se ci svegliamo di scatto ed in preda all’ansia, difficilmente riusciremo a trovare le energie giuste per iniziare bene la giornata e far fronte a tutti gli impegni che ci attendono.” 2. “Cercare di mantenere regolare il ritmo sonno/veglia, svegliandosi sempre allo stesso orario. Se uscendo, abbiamo fatto tardi, anziché dormire fino a giorno inoltrato, è più utile svegliarsi all’orario consueto e coricarsi presto la sera successiva, per recuperare le ore di sonno perdute.” 3. “Evitare di balzare dal letto e prepararsi in fretta per poter dormire 5 minuti in più. Per il nostro benessere è molto più utile un risveglio lento e graduale, che consente all’organismo di riattivare pian piano tutte le sue funzioni vitali e “riaccendersi” per iniziare la giornata.”

4. “Può essere utile accompagnare la fase del nostro risveglio con un sottofondo musicale a noi gradito e godere della luce del sole e dell’aria fresca mattutina, spalancando le finestre. L’umore sarà sicuramente migliorato e risveglieremo i nostri sensi e la nostra concentrazione.” 5. “Se abbiamo 10 minuti, possiamo abbinare la respirazione a piccoli esercizi di stretching, che risveglieranno elasticità e tonicità dei muscoli, intorpiditi dal riposo notturno. Evitare sforzi intensi, troppo aggressivi e traumatici per il corpo in fase di risveglio.” 6. “Non saltare mai la colazione. E’ una tappa fondamentale per assicurare le riserve energetiche necessarie al nostro organismo per tutta la giornata. 7. “Fare una bella doccia energizzante, utilizzando un bagnoschiuma alle essenze di agrumi, sandalo o bergamotto, che permettono il risveglio di corpo e mente.”

 

Come non litigare in vacanza con il proprio partner

Curriculum vitae: tutti gli errori da evitare