in

Rivoluzione civile “c’è”.

Sostenendo la necessità di non disperdere i voti dei cittadini che hanno creduto e credono al progetto di Rivoluzione Civile, lista nata da poco più di due mesi, ma che ha ottenuto un consenso elettorale di 800.000 voti, Ingroia dichiara di voler continuare ad impegnarsi personalmente “per cambiare finalmente le cose”.
C’è un messaggio, forse, ancora più forte e immediato che trapela dalle righe della lettera, quello di promuovere il coinvolgimento dei cittadini nei territori italiani, per attivare una partecipazione e uno scambio culturale, concreti e propositivi: “Abbiamo davvero bisogno del sostegno di tutti, oggi più di ieri, per creare la casa comune dei cittadini, per portare le nostre istanze nelle amministrazioni locali e nelle istituzioni nazionali, per contribuire a cambiare l’Italia ripartendo dal territorio e dalla diffusione capillare di Rc”.

I sostenitori di Rc non hanno tardato ad organizzarsi. Sulla pagina Facebook del gruppo aperto “Io ci sto!!! con Antonio Ingroia” che a tutt’oggi ha raggiunto circa 3270 iscritti e che sembra crescere di giorno in giorno, si sono raccolti tutti i “rivoluzionari” e le “rivoluzionarie” che credono nel progetto politico di Rc. La finalità primaria del gruppo è quella di condividere un luogo virtuale attraverso il quale rimanere in contatto,  ma soprattutto quella di sostenere  il programma della lista aderendo ad iniziative, progetti, azioni, sia virtuali, sia concrete, da realizzare su tutto il territorio nazionale.

Questa è la nuova sfida degli elettori di Rc: impegnarsi personalmente, ognuno sul proprio territorio, per organizzare iniziative da condividere e discutere insieme. Così, apponendo firma e E-mail, si sono rivolti ad Ingroia per metterlo a conoscenza della consapevolezza e della coesione con cui intendono portare avanti la causa politica di Rivoluzione civile:”…chiediamo di ricominciare la lotta, di non fermarci proprio adesso, di risollevarci tutti in una vera e grande Rivoluzione Civile, una Rivoluzione dei cittadini che chiedono un futuro “legale” per l’Italia……..Dottor Ingroia, noi siamo pronti ad andare avanti, senza maschera, con i nostri nomi, con le nostre capacità, con la Nostra Rivoluzione C.”

“Cresciamo e moltiplichiamoci”, potrebbe essere ad oggi il motto dei rivoluzionari e delle rivoluzionarie che hanno sostenuto durante la campagna elettorale Rivoluzione civile e che continuano a partecipare con ardore, a sostegno degli ideali politici e sociali in cui credono, al grido di: “Io ci sto!”.

Sito ufficiale di Rivoluzione civile 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Movimento 5 Stelle: “Chiederemo un nostro Governo”

Stasera in Tv: Piazza Pulita (La 7), Trilussa (Rai 1), Zelig (Canale 5)