in

Robbie Williams, racconto scioccante: «Perseguitato dai fantasmi, ho pensato di suicidarmi»

Dettagli inediti e delicati emergono dal racconto scioccante di Robbie Williams. Il cantante britannico, ex volto dei Take That, si è aperto nell’intervista al podcast Alien Nation, rivelando episodi e particolari da brividi inerenti un periodo difficile della propria vita, all’inizio degli anni Novanta. “All’epoca ero ventenne e sempre strafatto di cocaina”, ha affermato la star inglese, confessando persino: “Ho pensato di suicidarmi per colpa di droghe e fantasmi”.

robbie williams racconto scioccante

Robbie Williams, il racconto scioccante: “In casa c’era un’energia oscura”

Il periodo cui Robbie Williams fa riferimento è il tempo in cui, insieme alla ragazza di allora, viveva in una casa nel nord di Londra, a Primrose Hill. “Ho capito subito che quella abitazione era un posto strano, – ha rivelato l’artista ribelle e ‘indisciplinato’ – c’era un’energia oscura. La prima volta che si è manifestata fisicamente – racconta – lo stereo portatile si è acceso e le porte, che erano chiuse, si sono aperte da sole”. Non un caso isolato però, secondo quanto riportato dal cantautore, solista ormai dal 1995. “Se ero a casa, – ha continuato Robbie Williams nell’intervista – sentivo il suono di passi sulle scale. La cosa andava peggiorando man mano. La mia ex ragazza pensava si trattasse dello spirito di suo nonno. Se ero in automobile, sentivo movimenti sul sedile posteriore. Dopo due mesi trascorsi in questa maniera, non potevo più andare avanti e mi ero convinto che, se il tormento fosse continuato, avrei dovuto farla finita”.

robbie williams racconto scioccante

“Ero terrificato”, la star del pop a tu per tu con i fantasmi

La scoperta che l’abitazione in cui Williams viveva con la fidanzata sorgesse nel luogo in cui – tempo prima – venivano sepolte le persone morte di peste, non fece altro che peggiorare la situazione: “Ero terrificato a tal punto da non riuscire neanche ad andare a lavarmi i denti tranquillo: – ha raccontato – per farlo avrei dovuto attraversare una strada nebbiosa che vedevo in fondo al mio letto. Allora ho deciso di andare via”. Fu così che I’artista e la ragazza si trasferirono in hotel. Ma, a quanto pare, i fantasmi non lo abbandonarono. Il re del pop, infatti, ha dichiarato anche di essere stato tormentato da un altro spirito: sarebbe successo dopo aver preso in affitto una villa di Los Angeles dall’attore Dan Aykroyd. Qui, sarebbe stato ‘perseguitato’ dallo spirito di Mama Cass, la cantante statunitense Cass Elliot, del quartetto folk rock The Mamas & the Papas, con la quale avrebbe persino cercato di comunicare per trovare un modo per convivere in armonia.

Leggi anche —> Kekko Silvestre, il periodo buio del frontman dei Modà: «Il mondo della musica è una scatola vuota»

Valeria Marini, bagno nella Barcaccia: multa e Daspo per la showgirl

David Bowie, biografia a fumetti disegnata da Michael Allred: un libro da non perdere