in ,

Roberta Ragusa lettera anonima, inquirenti confermano: “Inattendibile, opera di un mitomane”

Risolto il giallo sulla segnalazione anonima secondo la quale il corpo di Roberta Ragusa si troverebbe sepolto in un boschetto sito a ridosso della stazione ferroviaria di San Giuliano Terme (Pisa), a poca distanza dalla casa di Antonio Logli.

“In relazione all’episodio riportato da una testata nazionale circa le indicazioni di un soggetto che ha chiamato in causa una appartenente alle forze di polizia, procura e carabinieri precisano che si tratta di circostanze non correlate ne correlabili alle indagini sulla scomparsa di Roberta Ragusa”, a renderlo noto con un comunicato ufficiale, la magistratura inquirente titolare del fascicolo sul caso Ragusa.

Già mercoledì scorso la trasmissione di Rai Tre, Chi l’ha visto?, aveva parlato della possibile inattendibilità della notizia, molto probabilmente frutto dell’opera di un mitomane. E poco fa è arrivata anche la conferma degli inquirenti. Il presunto millantatore si chiamerebbe Luigi Murò, già tenuto d’occhio dagli inquirenti i quali dalla prima ora non gli avrebbero dato credito, e per questo non si sarebbero recati nel luogo indicato nella missiva per fare accertamenti.

Ciao Darwin Madre Natura

Ciao Darwin 7 sesta puntata, Madre Natura chi è? Un video spoiler

9.3 apple

Aggiornamento bugfix iOS 9.3, 9.3.2 Beta 2, watchOS 2.2.1 Beta 2 iPhone 6S, iPhone 6, iPhone 5S, 5, 4S e iPad Pro uscita: problemi sul Risparmio Energetico risolti