in ,

Roberta Ragusa news udienza Antonio Logli: chiesto e ottenuto il rito abbreviato

Caso scomparsa Roberta Ragusa, ultim’ora in diretta dal tribunale di Pisa dove pochi minuti fa è iniziata l’udienza preliminare bis a carico di Antonio Logli, durante la quale il Gip Elsa Iadaresta dovrà decidere se rinviare a giudizio il marito della donna scomparsa nel 2012, accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Ebbene, stamani Antonio Logli non si è presentato in aula, molto probabilmente per evitare le telecamere. L’udienza è in corso da pochi minuti e già trapela un’indiscrezione che conferma le notizie dei giorni scorsi: i legali di Antonio Logli prima del pronunciamento del giudice sull’eventuale rinvio a giudizio del loro assistito, avrebbero chiesto e ottenuto il rito abbreviato. Un rito abbreviato secco, non condizionato da perizie. Un passo indietro, questo, rispetto alla linea della estraneità ai fatti sempre mantenuta dal marito di Roberta Ragusa.

Cosa significa la scelta del processo con rito abbreviato? Che tutti gli indizi di colpevolezza raccolti finora a carico dell’indagato saranno ‘congelati‘ e in un eventuale processo a suo carico non potranno essere acquisite nuove prove. Con il rito abbreviato Logli eviterà dunque la giuria popolare e, in caso di condanna, beneficerà dello sconto di un terzo della pena.

L’udienza si è conclusa alle ore 10:25 e si riaggiornerà il prossimo 2 dicembre. Il 21 dicembre ci saranno le repliche delle parti e poi si andrà a sentenza.

Cinema a Luci Rosse, a Torino un Festival da non perdere: date, eventi e ultime notizie

Paola Caruso ritocco: la Bonas prima e dopo, che trasfrormazione