in ,

Roberta Ragusa nuovo testimone: Logli e il padre, misterioso viaggio in traghetto dopo la scomparsa

Le ultime indiscrezioni sul caso Roberta Ragusa giungono dal Gruppo Fb ‘GIORNALISMO INVESTIGATIVO’ fondato e gestito dal giornalista del Corriere della Sera, Fabrizio Peronaci, che da mesi ormai si occupa personalmente del caso della mamma di Gello scomparsa nel gennaio 2012 e del cui corpo non è stata mai trovata traccia.

A poco più di un mese dalla udienza preliminare (la data è fissata per il 18 novembre) in cui il Gup Elsa Iadaresta deciderà se rinviare a giudizio il marito della donna, Antonio Logli, emerge un nuovo indizio che potrebbe portare proprio a lui, ed aggravare dunque la sua posizione di unico indiziato per il presunto omicidio di Roberta Ragusa. Il giornalista parla di “un nuovo super testimone”, non ancora rintracciato dagli inquirenti, che invita ad agire quanto prima in tal senso, e della “presenza del marito e suocero di Roberta su un traghetto e di rivelazioni sul cimitero di Orzignano”.

È lo stesso Peronaci a spiegarlo in un suo intervento pubblicato su l’Ora Legale.it: Antonio Logli e il padre Valdemaro “pochi giorni dopo la scomparsa di Roberta, si recarono infatti all’isola d’Elba, forse per precostituirsi un alibi, ha ipotizzato il pm nella prima fase delle indagini. Sul traghetto, un uomo affermò di aver sentito parlare di come occultare il corpo della donna, ‘non in una botola’, secondo quanto udito dal testimone, ma ‘in una tomba del cimitero di Orzignano’ …”. Chi è quest’uomo? “Un fantino dell’ippodromo di San Rossore (Pisa)”, spiega Peronaci, definendo quello in oggetto “un uovo illuminante indizio”: questa circostanza “rafforza infatti il sospetto che il loculo senza lapide con la scritta ‘Vanni Emilia’ (in passato seppellita in altro settore del camposanto) possa essere stato utilizzato come “copertura” e che all’interno si possano trovare i resti di Roberta Ragusa”.

Leggi anche Roberta Ragusa ultime news ‘piste alternative’: il giallo della lapide nel cimitero di Orzignano

Peronaci ritiene concreta l’ipotesi che il fantino possa quanto prima essere rintracciato dagli inquirenti e interrogato in merito a ciò che avrebbe sentito: una conversazione tra Antonio Logli e il padre riguardante l’occultamento di un corpo in cimitero.

Cristina Buccino Instagram

Cristina Buccino Video Facebook Instagram, gli hacker colpiscono ancora ma è la sorella: ecco cosa è successo

wallpaper

Personalizzare Android: migliori applicazioni wallpaper per smartphone