in

Roberta Ragusa “scappata con l’amante”: nuova ipotesi di Antonio Logli fa leva su “voci di paese”

Scomparsa Roberta Ragusa ultime notizie: Antonio Logli torna al centro della cronaca per una vicenda che farà molto discutere. Si apprende che nel suo ricorso in Cassazione mediante i suoi legali avrebbe non solo ribadito di essere innocente, ma che la moglie potrebbe essersi allontanata volontariamente insieme ad un amante. L’uomo, condannato a 20 anni per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, nel ricorso fa riferimento alla ipotesi di una presunta ‘relazione’ extraconiugale della donna. Tesi dell’allontanamento volontario, che la Corte d’Appello di Firenze nel condannarlo ha reputato assolutamente infondata.

CASO RAGUSA NEWS Antonio Logli sentenza

Della donna non si hanno più notizie dalla notte a cavallo fra il 13 e 14 gennaio 2012. Il suo corpo non è mai stato ritrovato ed è proprio su questo punto che la difesa di Logli ha fatto leva: se non c’è un cadavere come si fa a sostenere la tesi dell’omicidio? “Il fatto che alcuni testimoni abbiano escluso questa possibilità di una relazione extraconiugale di Roberta Ragusa non vale a fornire la prova certa della sua inesistenza” – spiega la difesa nel fascicolo del ricorso, lo rivela il settimanale Giallo“L’affermazione al riguardo del giudice è poi contraddetta da specifiche evidenze istruttorie di cui lo stesso, con conseguente travisamento probatorio, non tiene conto alcuno”.

Presunta relazione sentimentale segreta di cui, lo ricordiamo, le indagini non hanno mai trovato traccia alcuna e che invece la difesa di Logli torna a cavalcare chiedendo che si facciano nuovi ulteriori approfondimenti in merito. Le evidenze istruttorie di cui fa menzione il ricorso, sarebbero due testimonianze di due vicini di casa di Logli e di Roberta, amici di lunga data del Logli, Roberto C. e Cinzia G., i quali però si sarebbero solo limitati a riportare “voci di paese”. Gli avvocati di Antonio Logli nel ricorso avrebbero anche cercato di smantellare le conclusioni dei giudici sostenendo che il fatto che non vi siano prove concrete della presunta fuga della donna con un amante non significa che non si sia potuta verificare.

Caso Roberta Ragusa

Tesi della fuga volontaria che i giudici di primo e secondo grado hanno sempre respinto con forza: “Il Logli, marito che aveva una accertato interesse nella soppressione della moglie, è certamente l’ultimo ad averla vista viva e ad averla portata coattivamente via con sé, dopo averne denunciato la scomparsa adducendo circostanze false, e soprattutto cercando di sviare le prove del possibile movente dell’omicidio”. Adesso nel ricorso in Cassazione la difesa batte di nuovo sulla ipotesi della fuga aggiungendo un nuovo elemento: un presunto amante di Roberta. In realtà l’unica relazione coniugale che le indagini hanno fatto emergere è quella di Antonio Logli con Sara Calzolaio, al tempo amica di Roberta e baby sitter dei suoi figli, dalla quale sarebbe scaturito, per i giudici, il movente del delitto.

Potrebbe interessarti anche: Roberta Ragusa “scappata con l’amante”: nuova ipotesi di Antonio Logli fa leva su “voci di paese”

Andrea Damante nuova ragazza

Andrea Damante gossip: chi è la ragazza paparazzata con l’ex tronista di Uomini e Donne

Diretta Apollon-Lazio: dove vedere in diretta TV e streaming Europa League