in ,

Roberta Ragusa, ultime notizie 29 agosto: indagini chiuse. Ad ottobre la decisione del gup su Antonio Logli

Nuovi aggiornamenti sul caso di Roberta Ragusa, la mamma di Gello di San Giuliano Terme (Pisa) , scomparsa misteriosamente nella notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012. Tra pochi giorni, il sostituto procuratore titolare delle indagini Aldo Montavani,  della Procura di Pisa, rientrerà dalle ferie e depositerà l’avviso di chiusura delle indagini.

Roberta Ragusa 29 agosto 2014 chiusura indagini e udienza davanti gup ad ottobre per Antonio Logli

La Procura, ha sempre ritenuto come unico responsabile della scomparsa di Roberta il marito Antonio Logli,  accusato di omicidio volontario e soppressione di cadavere. Si attende per ottobre l’udienza davanti al gup sulla richiesta di rinvio a giudizio, udienza cruciale per decidere la sorte di Logli. La difesa dell’imputato ha 20 giorni a partire dal deposito dell’atto di chiusura indagini per visionare i documenti in atti e preparare una strategia adeguata.

Il caso è complesso perché, non essendo mai stato rinvenuto il cadavere della donna, e non essendo certo il suo decesso, a carico del marito di lei vi sono solo prove indiziarie. Tuttavia la Procura, sulla base delle indagini condotte in questi anni e gli elementi raccolti dai carabinieri del nucleo investigativo di Pisa, e dagli specialisti del reparto crimini violenti di Roma, che accuratamente, in una relazione, spiegano perché non possa essere altri che Antonio Logli il responsabile della scomparsa della moglie, continua ad essere convinta che l’uomo sia colpevole. Su di lui, infatti, anche l’accusa di aver nascosto ed occultato le prove della sua colpevolezza.

la vita oscena recensione film

La vita oscena, Venezia 2014, recensione

Buffon della Juve

Top Ten: ecco i migliori portieri della Serie A