in ,

Roberta Ragusa ultime notizie: la verità è ancora lontana

Era la notte del naufragio della Costa Concordia. Quattro anni fa. Il processo a Schettino c’è stato. Quello per la scomparsa di Roberta Ragusa no. Cosa è successo? Che fine ha fatto la mamma di Gello sparita nel nulla il 12 gennaio del 2012? Roberta Ragusa non si è fatta viva più con nessuno, ma non si è trovato nemmeno un indizio della sua morte. Chi l’ha visto? continua e continuerà ad occuparsi del caso fino a quando non si arriverà ad una soluzione. Nel frattempo, però, le ricerche si sono leggermente fermate per via dell’ultima sentenza del giudice ed in attesa della Corte di Cassazione.

Federica Sciarelli, durante la diretta di Chi l’ha visto? ha dato la parola alle cugine di Roberta Ragusa sottolineando quanto accaduto dopo la prima lettera anonima ricevuta in redazione. La Verità, così si era firmato l’autore della prima lettera anonima, ha riscritto al programma continuando ad insistere  sul fatto che bisognerebbe indagare sul forno crematorio di Pisa, ma l’ipotesi è già stata già scartata dagli inquirenti. Nella seconda lettera La Verità ha detto a Chi l’ha visto? che c’è chi secondo lui avrebbe potuto manomettere il contatore del gas per modificare i consumi. Secondo l’informatore anonimo, infatti, un ‘ex dipendente del comune di Pisa, implicato in uno scandalo del 2008, saprebbe bene come nascondere i consumi del gas. Interpellato dalla trasmissione, però, il signore in questione ha fatto sapere che nel 2000 quando lui lavorava i forni crematori non funzionavano con il gas bensì con il gasolio. L’altra possibile persona che avrebbe potuto modificare il contatore del gas del forno crematorio di Pisa, invece, ha asserito che da settembre 2011 l’impianto non può funzionare perché manca la possibilità di alimentarlo proprio con il gas.

Un altro telespettatore di Chi l’ha visto? ha invece fatto notare, negli ultimi tempi, alla trasmissione che l’auto di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, avrebbe potuto avere  di serie un dispositivo che interrompeva il flusso della benzina, un dispositivo che potrebbe giustificare in parte le dichiarazioni di un amico del Logli che andò insieme a lui a cercare Roberta nei due cimiteri dove erano sepolti i genitori della donna. Lo staff della trasmissione ha verificato anche questa ipotesi, ma è emerso che l’auto di Logli è immatricolata a nome della mamma di Roberta Ragusa e come un’auto a gasolio.

sostenitore di bossetti arrestato per sciacallaggio

Caso Yara processo Bossetti, riprende udienza interrotta: in aula criminologo Denti

Kate Winslet golden globe

Kate Winslet racconta del ruolo in “Steve Jobs”: “Me lo sono preso”