in

Roberto Benigni età, altezza, peso, carriera, vita privata: tutto sul celebre attore e regista

Siete certi di sapere tutto di Roberto Benigni, il grande attore e regista che ha incantato tutti da attore, regista, interprete dei capolavori della nostra letteratura? Roberto Benigni è un personaggio della cultura del nostro paese prima ancora che del mondo dello spettacolo, premio Oscar per l’acclamato film La vita è bella. Cosa sappiamo dunque davvero di lui? Andiamo a ripercorrere le tappe importanti della vita e della carriera di Roberto Benigni.

benigni

leggi anche: Roberto Benigni querela Report: inchiesta su finanziamenti a spettacolo “falsa e diffamatoria”

Età, altezza, peso e… inizi di carriera

Benigni è nato il 27 ottobre del 1952 a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo. 66 anni, 165 cm e circa 60 kg di peso. Nasce da un’umile famiglia di contadini, ha tre sorelle e prende il diploma da ragioniere. Ma la vita da ufficio gli sta stretta e la sua passione per lo spettacolo prende il sopravvento, iniziando prima come cantante e musicista e proseguendo poi come attore di teatro. La sua carriera incomincia davvero quando incontra il regista e sceneggiatore Giuseppe Bertolucci. Questo lo fa debuttare prima in televisione, come presentatore del programma satirico di Rai Due “Onda Libera”, e poi al cinema, nel film Berlinguer ti voglio bene. Nel 1983, durante un comizio del PCI, passa alla storia la scena di Benigni che prende letteralmente in braccio il leader comunista Enrico Berlinguer.

benigni

leggi anche: Report Benigni, il premio Oscar diffida la trasmissione Rai 3: risponde Sigrifido Ranucci

Roberto Benigni, i più grandi successi

Il primo grande successo cinematografico è Non ci resta che piangere con Massimo Troisi, e sbarca in poco tempo il botteghino. Seguiti poi dai tre maggiori film di successo di Benigni: Il piccolo diavolo, Johnny Stecchino, Il mostro. Tutti film comici, ma che trattano tematiche scottanti e inerenti ai fatti del periodo, come le stragi mafiose e i macabri delitti del Mostro di Firenze. La consacrazione internazionale arriva nel 1997 con La vita è bella. Il film riceve diversi premi tra cui tre oscar: miglior colonna sonora, miglior film straniero e miglior attore protagonista. Passata alla storia la scena della premiazione di Benigni come miglior attore protagonista da parte di Sophia Loren alla notte degli Oscar.

benigni

Roberto Beningni, la vita privata

Purtroppo la fortuna cinematografica si esaurisce e i successivi film non sono una replica del successo ottenuto con La Vita è bella. Per un po’ di tempo Roberto Benigni abbandona il cinema dedicandosi al teatro. Nella vita privata è sposato dal 1991 con l’attrice Nicoletta Braschi. I due si sono incontrati sul set del film Tu mi turbi. La coppia ha fondato insieme la casa di produzione “Melampo Cinematografica”. Da quando si sono incontrati la presenza di Nicoletta Braschi nei film di Benigni è quasi un marchio di fabbrica e il segno di un amore profondo e di una relazione che va ben oltre il privato.

Marco Vannini ultime news Antonio Ciontoli, avvocati ricorrono in Cassazione: «Cinque anni sono troppi»

Il potere del cambiamento: come preparare la tua mente al successo