in

Roberto Burioni al Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza: ‘Le bufale web provocano psicosi vaccini’

Durante il primo Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza tenutosi all’hotel Ergife di Roma il 7 e l’8 aprile, anche Roberto Burioni, virologo e docente di Microbiologia e Virologia alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università San Raffaele, è intervenuto in merito alla situazione delle bufale nel web e della psicosi vaccini.

Io non sono un divulgatore scientifico, non sono un esperto di social media. Sono un professore universitario che a un certo punto si è stufato di leggere su internet certe scemenze“. Così ha esordito il professor Roberto Burioni durante il suo intervento, sollevando la spinosa questione delle bufale nel web. Per il docente, queste bufale sono estremamente pericolose perché, come ha sottolineato: “Molti anni fa, se avessi voluto scrivere qualcosa sui vaccini, avrei dovuto aprire un’enciclopedia“. Bisogna conoscere l’argomento di cui si scrive, invece di trattare questioni che non ci competono.

Il professor Roberto Burioni continua, poi, portando in auge le possibilità che la rete offre alle persone comuni: “Adesso, se qualcuno vuole sapere qualcosa sui vaccini si connette a internet, ma sulla rete succede che ci scrive anche il primo cretino. Tutti possono scrivere su internet, non c’è più nessuna limitazione“. Tutto questo, spiega Burioni, crea danni inimmaginabili tra la gente e genera confusione e psicosi collettive. Ultima in ordine di tempo è proprio la situazione sul Morbillo che negli ultimi tre mesi ha registrato in Italia più di 1000 casi. Basti pensare che nell’arco di tutto il 2016 i casi sono stati 884.

Burioni ha portato anche diversi esempi di disinformazione su internet: dalla Terra piatta all’inesistenza della Luna fino a vestire il proprio figlio di rosso per curarlo dal Morbillo. “Oramai – ha spiegato il medico – chi su internet sostiene che due più due fa cinque non è più un somaro che deve andare dietro la lavagna a studiare l’aritmetica, ma un coraggioso combattente contro la lobby delle calcolatrici che dice che due più due fa quattro“. La conclusione del medico arriva diretta e senza mezzi termini: “La realtà supera la fantasia. È vero che noi dovremmo impegnarci, ma io dubito che si riuscirà a convincere queste persone che il vaccino è innocuo“.

[dicitura-articoli-medicina]

pro 5

Microsoft Surface Pro 5 uscita, anticipazioni e rumors: parla un insider, ecco cosa verrà presentato al Microsoft Build 2017

Pensioni 2017, Età pensionabile e pensione donne, parla Marco Leonardi

Pensioni 2017 news: Ape volontario, Marco Leonardi annuncia il rischio di slittamento