in

Roberto Pruzzo choc: “Ogni tanto penso che sia giunto il momento di levarmi dai piedi”

All’uscita della sua biografia Roberto Pruzzo, goleador a cavallo tra gli anni ’70 e ’80, fa alcune rivelazioni choc:A volte penso sia giunto il momento di levarmi dai piedi, un pò perché sono stanco e un pò perché non ho più voglia di scocciare nessuno, ma poi per fortuna prevale l’istinto di sopravvivenza.” In questo ringrazia i suoi amici di caccia della provincia di Lucca che gli fanno ritornare il sorriso e la gioia di vivere, convincendolo che forse è meglio aspettare un altro pò. “L’uomo nero se ne va ma poi ritorna; la vita è una sfida continua, soprattutto con me stesso, come quando ero in campo”.

Uno dei pochi che merita davvero l’appellativo di Bomber (titolo della sua biografia) che si è guadagnato sul campo a suon di gol. E di gol, in quindici anni di carriera, ne ha fatti tanti, sin dagli esordi con il Genoa nel 1973, dove fu soprannominato O’Rey di Crocefieschi. Nel suo libro racconta tutta la sua carriera, aiutato da Susanna Marcellini: i compagni, le donne, i soldi, i tifosi, le vittorie e le sconfitte e tutte le sfaccettature di un mondo che da fuori appare tutto rose e fiori. Il Mondiale in Spagna visto da casa nonostante fosse il capocannoniere della Serie A, riconoscimento ottenuto ben 3 volte ma sono state soltanto 6 le presenze in Nazionale.

E’ lo stesso Pruzzo a raccontare che sono state le sconfitte a segnarlo di più nella vita: le vittorie son volate subito via, i fantasmi delle sconfitte ogni tanto passano a trovarlo: la retrocessione col Genoa a causa di un rigore sbagliato, un altro rigore sbagliato in nella maledetta finale di Coppa Campioni con il Liverpool. Tutto ciò nonostante i 138 gol con la maglia della Roma, tutti indimenticabili, che regalarono anche uno scudetto ai giallorossi, Un libro imperdibile, la storia di un campione normale ( o quasi).

Claudia Galanti, Indila Carolina, figlia morta, ultimi aggiornamenti

Claudia Galanti, ultimi aggiornamenti 4 dicembre: ecco con chi era la figlia Indila Carolina prima di morire

Belen Rodriguez gossip

Belén Rodriguez, l’attacco di Vladimir Luxuria: “Conosco i suoi segreti, me li rivelò sull’Isola”