in ,

Roberto Saviano condannato per diffamazione: in “Gomorra” frase contro Boccolato

Sono trascorsi ben otto anni dal successo di “Gomorra”, il bestseller di Roberto Saviano sulla realtà della camorra, eppure lo scrittore napoletano non ha mai smesso di pagarne giorno dopo giorno le conseguenze. Saviano vive oggi sotto scorta e il contenuto del suo famoso romanzo continua ad essere preso di mira, prima sotto l’accusa di plagio, poi sotto quella di diffamazione. E la giustizia sembra remare contro in ogni situazione: anche stavolta Roberto Saviano è stato condannato!

roberto-saviano

La Corte d’Appello di Milano ha oggi confermato la condanna per diffamazione dello scrittore Roberto Saviano, il quale dovrà pagare il risarcimento di 30mila euro. “Le affermazioni riportate nel libro sono oggettivamente offensive e non è stata provata la verità della notizia, in modo suggestivo emergente dalle frasi del testo pubblicato“, è il motivo della sentenza. La persona offesa in questo caso è Enzo Boccolato, il quale aveva richiesto un risarcimento di 1 milione di euro per essere stato considerato dallo scrittore “coinvolto nelle attività illecite del clan La Torre”.

E’ bastata una sola frase per far scattare la condanna: essa, secondo la Corte d’Appello di Milano, sarebbe offensiva e diffamatoria perché l’autore ha espresso delle sue considerazioni in merito al coinvolgimento di Boccolato, rifacendosi ai dati tratti dalle dichiarazioni di Piccirillo, un collaboratore di giustizia.

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

Prostituzione

Napoli, la proposta del parroco di San Giuliano: multe con infamia ai clienti delle prostitute

trio Il Volo shooting

Anticipazioni Porta a Porta, puntata 4 giugno 2014: tornano i ragazzi del trio Il Volo per raccontare la loro storia