in

Roberto Vecchioni da sempre di sinistra: «Calenda mi piace molto! Salvini? Ha un modo di parlare diretto!»

Ospite del programma radiofonico di Radio1 Un giorno da pecora è stato Roberto Vecchioni, il cantante che si è aggiudicato il disco d’oro per l’album di inediti L’infinito, uscito lo scorso novembre, e che dal 21 marzo darà il via ad un nuovo tour. Intervistato da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, Roberto Vecchioni, da sempre dichiaratamente di sinistra, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, ha commentato l’attuale esecutivo giallo-verde e ha elogiato Carlo Calenda, a cui darebbe volentieri il suo voto.

«Gli italiani vogliono due cose: che non gli rompano i cog****i e che possano lavorare con poca fatica. E Salvini e Di Maio gliele hanno date entrambe!»

A proposito del governo Di Maio-Salvini, l’artista 75enne si è espresso con dura fermezza. Non gli piace Salvini, ma è altrettanto consapevole del fatto che questi sappia far presa sulla gente, con il suo modo di comunicare diretto: «Non si può fare una classifica su Berlusconi e Salvini, la classifica si deve fare sugli italiani. Che vogliono due cose: che non gli rompano i cog****i e che possano lavorare con poca fatica. E Salvini e Di Maio gliele hanno date entrambe. Salvini ha un modo di pensare la vita che non è il mio, non mi appartiene, non mi interessa. Capisco come lui la interpreti: nel suo modo di fare, credo che la stia interpretando al massimo, ha un modo di comunicare direttissimo, che si basa su cose facili che non hanno bisogno di ragionamenti!». Nel corso dell’intervista il nome di Berlusconi è saltato fuori, del resto quando si parla di partiti e giochi di potere non si può davvero farne a meno: il leader di Forza Italia, difatti, ha dominato per anni la scena politica. Tuttavia Roberto Vecchioni non se l’è sentita di mettere Silvio Berlusconi tra i politici cattivi: «Berlusconi è un’icona universale di tutti i tempi, non possiamo metterlo in un cassetto tra buoni e cattivi. Deve esser stato un grande ‘scopatore’ lui, certo ora ha 82 anni, magari qualche sveltina la fa ancora, ogni tanto… mi sembra ancora brillante per certi aspetti!». Su Giorgia Meloni il cantante ha dichiarato: «È popolaresca e popolareggiante, la vedo come una che porta la lattuga sotto il braccio e va in giro per gli orti, quindi la vedo come un soggetto popolare della rivoluzione francese!».

«L’idea di Calenda è bella, alle Europee lo voterei!»

Nelle mani di chi il cantautore metterebbe il paese? «Io sono sempre stato di sinistra e sono rimasto lì, la sinistra se ne è andata da un altra parte: è andata verso il centro e verso destra, insomma poco a sinistra. Ci sono troppi gruppetti e gruppuscoli. Però l’idea di Calenda è bella!», ha affermato Roberto Vecchioni, che ha esaltato proprio Carlo Calenda: «Mi piace perché conosce le differenze logiche tra una cosa e l’altra. Sa costruire discorsi che eran di destra e farli centrare con la sinistra, ha tantissime qualità per il futuro. Nel progetto di Siamo Europei ci sono cose molto interessanti, l’idea generale mi piace molto. Alle europee lo voterei». Proprio qualche giorno fa a Radio24 Carlo Calenda ha parlato di questo nuovo progetto, che a detta sua non c’entra nulla «con chi cerca alleanze nazionali a destra o a sinistra, con Lega o M5s», proprio perché il suo «manifesto europeista non è un’ammucchiata, non è una cosa ‘contro’, ma una cosa ‘per’».

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza 2019: requisiti, stipendio, tutte le info utili per diventare navigator

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Decathlon offerte di lavoro: le posizioni aperte in Italia, come candidarsi

Fabrizio Corona, il medico rivela incredibile retroscena: «Ecco perché usa il Cialis!»