in

Robin William non è morto per depressione, la verità della moglie sulla morte dell’attore

Robin Williams aveva gravi problemi di salute che lo avrebbero ucciso entro tre anni se non avesse deciso di suicidarsi. A rivelarlo, nella sua prima intervista da quando l’attore è morto l’11 agosto dello scorso anno, è stata la moglie Susan Schneider, la quale ha passato l’ultimo anno a cercare di capire che cosa avesse ucciso davvero suo marito: “Vivevamo un incubo”, ha detto la vedova dell’attore in una toccante intervista a “People”. Susan racconta che suo marito si stava “disintegrando davanti ai miei occhi” nelle settimane prima della sua morte.

L’attore aveva una malattia neurodegenerativa nota come la demenza a corpi di Lewy, una male strettamente correlato con il morbo di Parkinson, che gli era stato diagnosticato tre mesi prima della morte. La demenza a corpi di Lewy è la seconda forma di demenza più diffusa dopo il morbo di Alzheimer: è causata da depositi di una proteina anomala all’interno delle cellule cerebrali che disturbano le normali funzioni del cervello provocando demenza, allucinazioni, disturbi cognitivi, cambi dello stato mentale repentini e difficoltà motorie: “Se fosse stato fortunato Robin avrebbe avuto forse altri tre anni di vita. Ma sarebbero stati anni duri e con una buona probabilità sarebbe stato rinchiuso”, ha detto ancora Susan, ricordando che nei mesi precedenti il suicidio l’attore ha sofferto di attacchi di ansia, rigidità muscolari e motorie.

Secondo la vedova dell’attore non è stata quindi la depressione a spingere Robin Williams al suicidio: quello era solo uno dei circa cinquanta sintomi della sua malattia, come conferma la moglie: “Robin era consapevole del fatto che stesse impazzendo e che non potesse farci niente, era del tutto lucido e sobrio quando è morto”. Susan ricorda come Robin stesse affrontando i suoi problemi, come meglio poteva, descrivendolo come “l’uomo più coraggioso che abbia mai conosciuto”. Purtroppo, conclude la donna, “nell’ultimo mese la diga si è rotta. E per questo non lo biasimo nemmeno un po'”.

Pensioni 2017 news: flessibilità, Lavoro di cura, donne qui risposte darà il Governo?

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità entro il 2016, il Senato impegna il Governo per l’approvazione

evento Bologna alpinismo e solidarietà

Hervé Barmasse: a Bologna evento il 13 novembre 2015 su alpinismo e solidarietà