in

Rocco Siffredi, il suo sacrificio non ha aiutato la Nazionale: “E’ tempo di godermi un po’ di riposo…”

Tutta l’Italia è in confusione dopo la deludente prestazione della Nazionale ai Mondiali di Brasile 2014, e non si sa bene se provare rabbia, amarezza, delusione e quant’altro. Ma c’è qualcuno che da questa situazione ne esce sicuramente vincente, o perlomeno contento soprattutto se il suo nome è Rocco Siffredi, che si era immolato promettendo castità fino alla fine della manifestazione per permettere alla Nazionale di arrivare in finale.

Rocco nuovo video sacrificio Gloria

Il buon Rocco ci aveva creduto, anche se bisogna ammettere che le sue intenzioni erano adeguatamente supportate dalla Durex e mascheravano ben altri intenti. Ma la sua forza di volontà non ha impedito agli Azzurri di uscire clamorosamente sconfitti da questi Mondiali, con buona pace dell’attore che a questo punto può dirsi libero da qualsiasi vincolo. Ma il suo è stato un fioretto in piena regola, con tanto di allusioni che non lasciavano nulla al caso, in cui prometteva di mantenersi casto per tutta la durata dell’Italia in Brasile, facendo un accorato appello ai giocatori: “Almeno voi, fatemi godere“. Nostro malgrado le cose sono andate diversamente, ed ecco che Rocco ha realizzato un nuovo video dai toni decisamente liberatori: “Siamo stati eliminati. Il mio voto di castità non è stato sufficiente per conquistare il prossimo turno. Giuro di essermi impegnato al massimo senza mai cedere e anche voi mi avete aiutato, in tantissimi, con il vostro entusiasmo. E’ tempo di godermi un po’ di riposo…“, ha spiegato Siffredi, che si sentirà un po’ sollevato visti i suoi impegni di lavoro.

Io merito la gloria“, e qui scatta l’ennesimo doppio senso dal momento che il buon Rocco si è mostrato più sollevato accogliendo tra le sue braccia una giovane donna che, ovviamente, non poteva che chiamarsi ‘Gloria’, mentre continuano le Loveville 2014, una sorta di gara sportiva alternativa promossa da Siffredi in cui a vincere sarà la città italiana che più di tutte si è distinta per il più alto numero di prestazioni amorose sotto le lenzuola.

La Fabbrica del Cittadino, il portale per chi vuole migliorare la propria città

Crocifisso a scuola obbligatorio

Crocifisso nelle scuole: a Padova il sindaco ne impone l’obbligo