in ,

Roma 13enne morto a scuola: si indaga per istigazione al suicidio

Tredicenne morto a scuola, la procura di Roma ha aperto un fascicolo di inchiesta per istigazione al suicidio in merito al tragico episodio del ragazzino di 13 anni che ieri si è tolto la vita a scuola, lanciandosi dalla tromba delle scale all’interno dell’Istituto Santa Maria di Roma.

E’ morto poco dopo l’arrivo sul posto dei soccorritori del 118. Shock a scuola tra insegnanti e studenti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti resa possibile grazie al racconto dei compagnetti del 13enne, il  ragazzo all’improvviso si sarebbe staccato dal gruppo intorno alle 12, quando è suonata la campanella. E’ salito al secondo piano, ha messo una sedia sotto la finestra che si affaccia sul cortile interno dell’istituto e nella tromba delle scale antincendio. “Ha detto ciao ed è voluto giù”. Il giovane avrebbe lasciato anche un biglietto per spiegare le motivazioni della sua folle decisione di togliersi la vita.

>>> Leggi anche —> Roma ragazzino di 13 anni precipita dalla finestra della scuola: morto <<<

Le testimonianze di chi lo conosceva

Anche il padre di un compagno di scuola del 13enne dice la sua: “Mio figlio lo conosceva, erano stati in gita un mesetto fa. In questi casi si pensa sempre al bullismo ma non penso sia così, faceva karate ed era un ragazzino solare”. Cosa è scattato, dunque, nella mente di un ragazzo all’apparenza tranquillo e sereno? La procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per fare luce sul presunto suicidio, sebbene la dinamica dei fatti appaia ormai chiara. Si sarebbe trattato di un gesto volontario, il giovane era afflitto da tormenti che ha lasciato impressi, nero su bianco, nel biglietto scritto prima di farla finita.

mara venier

Verissimo, Mara Venier confessa: “Ho subito violenze psicologiche e fisiche”

Tale e Quale Show puntata del 20 ottobre 2017: pagelle, classifica e vincitore