in

Roma 2024, gli impianti scelti da Montezemolo: ecco alcune anticipazioni

Mercoledì 17 alle ore 10.30 al Palazzo dei Congressi dell’EUR verrà presentato in grande stile il dossier di candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024; intanto però sono state anticipate alcune delle strutture che ospiteranno le gare sportive dei Giochi Olimpici nel caso in cui Roma riuscisse ad aggiudicarsi nel settembre 2017 a Lima la corsa a cinque cerchi contro Los Angeles, Parigi e Budapest.

Il progetto portato avanti dal comitato di Roma 2024 presieduto da Luca Cordero Di Montezemolo si pone come obiettivo quello di valorizzare e ripristinare strutture già esistenti: non ci saranno dunque costruzioni ex novo, eccezion fatta per un nuovo impianto che ospiterà tennis, pallamano e pallavolo, il nuovo velodromo e il villaggio olimpico che sorgeranno tutti nell’area di Tor Vergata.

L’idea dunque è quella di recuperare strutture già esistenti ad esempio lo Stadio Flaminio, ora in totale degrado, che dovrebbe ospitare il rugby a 7 e il pentathlon moderno, ultimare le Vele di Tor Vergata, opera dell’architetto spagnolo Calatrava che erano state commissionate per i Mondiali di Nuoto a Roma del 2009; verrà ristrutturato il Palalottomatica per le gare del torneo di pallavolo mentre si punterà molto forte sui luoghi simbolici di Roma: dal Circo Massimo, dove si svolgeranno i tornei di beach volley, al Colosseo dove avverranno premiazioni e le cerimonie. Nei prossimi giorni nel dettaglio vi illustreremo tutto il dossier nel dettaglio. Un progetto che cercherà di essere il più economico possibile, per evitare che si verifichi ciò che è successo ad Atene nel 2004 e che in molti credano possa verificarsi in Italia.

che cosa mangiare ciclo

Dolori mestruali: che cosa mangiare durante il ciclo

Riforma pensioni ultime novità 2016 precoci

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Quota 41, esodati e Opzione Donna tra promesse e manifestazioni