in ,

Roma: a San Giovanni e Prati compaiono scritte antisemite e svastiche

A Roma, nella notte tra domenica e lunedì, sono apparsi sui muri e sulle serrande di storici negozi di proprietà di famiglie ebree, in diversi quartieri, numerose scritte antisemite, volantini e svastiche. La zona più interessata dall’inquietante fenomeno è stata quella di San Giovanni, in Via Appia Nuova. Così come nel quartiere Prati in via Cola di Rienzo e in via Ottaviano. In queste aree sono dislocate le attività commerciali di famiglie ebree.San Giovanni in Roma

Un commerciante ha sottolineato che cose del genere non erano mai successe prima. Nella zona sono tutti sconvolti perché nelle ultime settimane si respira una “preoccupante aria antisemita”. La vetrina del suo negozio, oltre alle svastiche, è stata ricoperta di adesivo con su scritto “Anna Frank cantastorie”. Più lampanti ed espliciti i riferimenti sui muri nel quartiere Prati, in via Cola di Rienzo, all’inasprirsi della crisi tra Hamas e Israele nella striscia di Gaza. In effetti gli adesivi affissi nella notte esaltano la causa araba e vi si legge che “Ogni palestinese è come un camerata. Stesso nemico stessa barricata!”

Si esprime la solidarietà ai commercianti colpiti da questa attacchi indegni e a tutta la comunità ebraica di Roma. Si chiede che il Comune si adoperi subito con le forze dell’ordine per individuare e colpire i responsabili e gli ideatori di tutto questo. Il presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici ha ricordato che è come nel ’33 quando delle stelle gialle furono attaccate all’ingresso di attività commerciali ebree. Chiede di non abbassare la guardia e al sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino e al Questore di individuare gli autori per prevenire ed arginare questa campagna di odio.

ospite rassegna letteraria Cervia 2014

La spiaggia di Cervia ama il libro: incontri con gli autori fino a Ferragosto 2014

partite serie A

Calendario Serie A 2014-2015: ecco tutte le partite della stagione