in ,

Roma, arrestata la banda del gasolio

Un’indagine condotta dalla procura di Roma ha portato a otto arresti da parte della Guardia di Finanza e a decine di perquisizioni in altri cinque Paesi dell’UE. I contrabbandieri arrestati operavano nel traffico irregolare del gasolio a livello internazionale, e secondo quanto emerge dall’indagine, avrebbero importato in Italia dal 2013 a oggi circa 4mila tonnellate di gasolio in nero.

L’operazione ha coinvolto, oltre all’Italia, i Paesi di Germania, Regno Unito, Romania, Malta e Repubblica Ceca. I profitti dell’attività venivano gestiti da una società fantasma a Londra e a Praga, che effettuava bonifici su conti bancari esteri. Si calcola che siano state evase accise per un totale di 15 milioni di Euro.

“L’indagine è stata caratterizzata dalla collaborazione internazionale”, ha sottolineato Giuseppe Pignatone, procuratore capo di Roma, che ha inoltre affermato: “In un’epoca in cui, spesso si critica la mancanza di collaborazione tra le autorità giudiziarie, l’operazione di oggi rappresenta un esempio virtuoso di collaborazione internazionale”.

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: Mariano e Valentina si sono baciati

copilota airbus

Disastro Germanwings: chi era il copilota dell’Airbus schiantatosi sulle Alpi