in ,

Roma, autista bus massacrato dal branco: aveva protestato per auto in doppia fila

Massacrato di botte per avere chiesto di spostare un’auto parcheggiata in doppia fila. Il malcapitato è un autista di autobus della linea Roma-Tpl, Giovanni Ardovini; giovedì sera intorno alle 18 è rimasto bloccato sulla linea 447 mentre era all’altezza di piazza della Rustica perché un’auto in seconda fila ostruiva il passaggio.

L’uomo ha protestato, suonando più volte il clacson, contro il conducente dell’auto che ha sì spostato il mezzo, ma poi con un pugno ha spaccato il vetro del bus, ferendo l’autista. Giovanni Ardovini terrorizzato ha immediatamente chiamato i soccorsi e le forze dell’ordine. In attesa che arrivassero però è stato aggredito e picchiato a sangue dall’automobilista e le persone che si trovavano nel mezzo con lui. Preso a calci e pugni anche mentre saliva sull’ambulanza.

Giovanni Ardovini si trova adesso ricoverato in ospedale con un’infrazione alla spalla e numerose tumefazioni in testa e in volto. “Come Fdi-An esprimiamo piena solidarietà all’autista aggredito della Roma-Tpl” – ha dichiarato il consigliere comunale Fabrizio Ghera, che denunciato l’accaduto – “La sinistra non perde occasione per dare solidarietà a rom e immigrati e spiace che il sindaco di Roma e l’assessore alla Mobilità, stavolta che si tratta di un lavoratore e italiano, non abbiano speso nemmeno una parola di conforto e vicinanza all’autista”.

 

Autobus Roma – Image credit: Shutterstock

Formula 1 Nico Rosberg

Formula 1, Gp Suzuka Qualifiche: Kvyat aiuta Rosberg, Hamilton 2°, Vettel 4°

Offerte di lavoro per cuochi

Offerte di lavoro per cuochi all’estero e in varie città italiane: le occasioni di ottobre 2015