in ,

Roma, baby squillo: dirigente di un ministero tra gli indagati

Roma, il caso delle baby squillo si allarga a macchia d’olio. Nelle scorse ore è stato iscritto nel registro degli indagati anche il dirigente di un ministero, un uomo di Stato. Per lui le accuse sono di sfruttamento della prostituzione minorile. Oltre ad essere lui stesso cliente delle ragazzine, ha anche suggeito le giovanissime escort agli amici.

condanne parioli

Le baby escort hanno tra i 14 e i 18 anni, ma nel caso specifico si tratterebbe di giovani poco più che bambinine, 15 anni al massimo. Per il caso sono già finiti in manette Mirko Ieni, ex barista della Luiss, università internazionale, e la madre di una delle due ragazze. Si cercano gli altri 60 clienti.

Nei giorni scorsi sono emersi elementi inquietanti a dimostrazione che il giro era perfettamente organizzato: un catalogo dettagliato dove scegliere le baby squillo, con prezzario e simbologia per indicare quali ragazze erano disposte a rapporti completi. Una ragazza, maggiorenne, e un famoso fotografo sono anche loro stati fermati delle forze dell’ordine.

Dieta di Okinawa: mantenersi longevi

segreti della dieta di mantenimento

Dieta di mantenimento: quale scegliere