in

Roma, barman pestato da due pugili: «Dopo 48 ore questi sono a piede libero. Perché?»

Roma. Picchiato da due clienti soltanto perché aveva negato loro da bere quando il bar era ormai chiuso. È quanto successo a Massimiliano Idolo, barman e cantautore picchiato, nella notte di sabato 14 dicembre 2019 da due pugili entrati in un locale dell’Eur dove questi lavorava. Come riportato da Il Messaggero il giovane ha subito un delicato intervento maxillo-facciale con l’inserimento di due placche di titanio. Il bollettino medico suo assomiglia piuttosto ad un report di guerra: dal trauma cranico a due spacchi sul volto ricuciti con sei punti di sutura, fino alla sospetta lesione del bulbo oculare e a un dolore incessante alla rachide cervicale. Per lui trenta i giorni di prognosi salvo complicazioni. La motivazione? Una sola, aver spiegato a due pugili ventenni, che si allenano alla Montagnola, che non poteva più servire alcolici perché il bar era chiuso. 

Massimiliano Idolo

Roma, barman pestato da due pugili: «Dopo 48 ore questi sono a piede libero. Perché?»

Sconcertato alla notizia che i suoi aggressori, arrestati dalla polizia, sono stati poi rimessi in libertà dal giudice dopo la direttissima, Massimiliano Idolo ha pubblicato una lettera su Il Corriere della Sera. «Svolgo il mestiere di barman da molti anni, grazie a questo lavoro ho girato il mondo, vivendo in altre destinazioni per nove dei miei quarantadue anni. Mi trovo a scrivere questa lettera perché mi domando come possa il nostro Paese funzionare in questo modo così sbagliato, e a cosa i social ci portano oggi», ha esordito il barman malmenato a Roma, che ha poi ricostruito cosa è successo quella terribile notte. «Sabato sera 14 dicembre, ormai 15 dicembre data l’ ora, mentre lavoravo come barman in un Cocktail Bar all’ Eur, il “Pier” a piazza dell’ Obelisco, durante la chiusura del locale e in presenza dei vari colleghi e colleghe sono stato aggredito da due tesserati di boxe che hanno deciso che il rifiuto mio e dei miei colleghi a dar loro da bere data l’ ora, non era accettabile. Erano le 3 circa quando siamo stati aggrediti», ha scritto il barman, che è sceso nel dettaglio: «Tale A.R. mi ha colpito alle spalle mentre camminavo verso l’entrata del locale, tirandomi un gancio sul lato sinistro del viso (…). Il mio collega Andrea è stato anche lui colpito dalle spalle alla nuca, e preso a calci dai due codardi. I due professionisti certificati nel pugilato sono: M.P. e A.R. di 22 e 24 anni. Uno di loro è addirittura «Guanto d’ Oro». Entrambi con precedenti penali per rissa e un avviso verbale da parte di un questore».

Massimiliano Idolo

La lettera di Massimiliano Gallo a Il Corriere della sera: «Sono basito, inorridito, offeso…»

Nella lettera su Il Corriere della sera si legge ancora: «Sabato notte, i due sono fuggiti per poi venire arrestati negli immediati minuti successivi dall’ altro lato della piazza, davanti al paninaro in mezzo alla folla, mentre si abbracciavano compiaciuti e scherzavano con delle ragazze come nulla fosse. I miei colleghi erano riusciti a richiamare l’attenzione anche della Polizia che a quel punto si era messa in moto a piedi proprio in direzione dei due balordi che sono finiti a Regina Coeli una notte un giorno per venire rilasciati dopo poco più di 24 ore!». A colpire la vittima alcuni filmati sui social pubblicati dagli aggressori: «Ora, mentre questi professionisti della «Nobile Arte» del pugilato ci hanno vigliaccamente colpiti alle spalle creandoci questo forte disagio (…) si fregiano su Facebook e Instagram con tanto di video e numerosi post di come la stampa abbia diffuso informazioni false, cercando di rigirare la frittata a loro comodo, pavoneggiandosi con goliardia!». Infine l’amara riflessione del barman di Roma: «Mi sento beffato, questi sono a piede libero e scrivono balle ai loro seguaci mentre io sono in ospedale per il danno che mi hanno provocato. Sono basito, inorridito, offeso. Potete aiutarmi a denunciare questa ingiustizia?». 

leggi anche l’articolo —> Torino incidente mortale, tram travolge e uccide donna: il dramma all’alba

Seguici sul nostro canale Telegram

Taylor Mega Instagram, tutina impalpabile accarezza il lato b, profilo ‘tortuoso’: «Ma quei ciapet?»

Antonella Fiordelisi Instagram

Antonella Fiordelisi Instagram, mozzafiato nel giorno della laurea: «Che splendida dottoressa!»