in

Roma Casal Bruciato, agguato a 48enne: raggiunto da tre colpi nell’androne del palazzo, è grave

Roma come il Far West: dopo l’omicidio di Luca Sacchi, un altro uomo è stato raggiunto da tre colpi di pistola nella zona di Casal Bruciato. Non si è ancora fatta luce sulle cause che hanno spinto i presunti colpevoli a freddare il personal trainer ventiquattrenne che già bisogna fare conti con un nuovo brutale agguato. Un uomo di 48 anni, Maurizio Mattiozzi, è stato colpito da tre proiettili sulle scale del palazzo di casa. L’agguato – iniziato nell’androne del palazzo di via Diego Angeli 147 in cui la vittima stava rincasando – sarebbe terminato per le scale, dove l’uomo è stato raggiunto dai colpi di pistola.

Roma, agguato a Casal Bruciato: la vittima in prognosi riservata

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, stava rincasando intorno alle 21.45 di ieri sera, domenica 27 ottobre 2019, quando è stato raggiunto da un commando di tre o quattro persone. Si ipotizza un regolamento di conti. Tra i proiettili sparati – che hanno subito allarmato gli inquilini del palazzo di Casal Bruciato – almeno tre sarebbero andati a segno. La vittima sarebbe stata colpita al torace e ad una gamba e, trasportata in ambulanza all’ospedale Sandro Pertini, si troverebbe ora in prognosi riservata.

bergamo 21enne a piedi in autostrada

Si indaga sul movente del tentato omicidio

L’agguato, iniziato nell’androne e terminato sulla rampa delle scale dove la vittima è stata colpita, si è concluso con la fuga dei colpevoli: tre o quattro persone secondo il racconto di qualche testimone. Pare che l’obiettivo fosse quello di uccidere il bersaglio e non si esclude – secondo quanto riportato da Roma Today – che l’arma possa essersi bloccata al momento dell’esecuzione. A dare l’allarme i parenti della vittima. Intervenuti i sanitari del 118 hanno subito trasportato l’uomo in ospedale in gravissime condizioni. “Stavo tornando – ha raccontato spaventata una ragazza – quando una volante a sirene spiegate in via Diego Angeli quasi mi prendeva contromano”. “Ho sentito gli spari, – ha testimoniato un altro – le macchine della polizia e due ambulanze si sono precipitate in strada”. Intanto si indaga sul caso, senza escludere alcuna pista.

Leggi anche —> Luca Sacchi ucciso a Roma, fermati gli assassini nella notte: uno dei due si è costituito

“Baby 2”, Benedetta Porcaroli: «La nostra una generazione un po’ allo sbando!»

Chi è Donatella Tesei, la senatrice leghista eletta presidente della regione Umbria