in

Roma, Di Francesco esonerato: fatale l’eliminazione negli ottavi di Champions

E’ arrivata da poco la conferma sull’esonero dell’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco. Dopo la sconfitta di ieri sera contro il Porto che ha causato l’uscita della Roma dagli ottavi di finale della Champions League, la voce di un possibile allontanamento di Di Francesco dalla panchina giallo-rossa era sempre più forte. E oggi, 7 marzo 2019, la conferma è arrivata nonostante questa mattina Eusebio abbia svolto regolarmente l’allenamento in campo con la squadra della Roma. Ad ufficializzare la cosa è stata la società stessa attraverso un messaggio su Twitter. L’unico ancora ad non aver proferito parola sulla questione è stato proprio l’ex allenatore della Roma.

Leggi anche –> Il coaching sportivo: una realtà tutta da scoprire con Stefano Pigolotti

Il comunicato della società sull’esonero di Di Francesco

La Roma e tutti i tifosi dopo il risultato della partita di andata con il Porto speravano vivamente di continuare il sogno della Champions League. Sogno, invece, che è stato interrotto ieri sera, 6 marzo, con una sconfitta di tre a uno. Sconfitta pesante per la Roma che ha concluso così la sua avventura in Champions uscendo agli ottavi. Sicuramente la società ha accusato il colpo e la cosa si è riversata su Di Francesco, il quale è stato esonerato dal suo ruolo di allenatore. La notizia è stata ufficializzata da un messaggio sulla pagina Twitter della Roma: «L’#ASRoma comunica che da oggi Eusebio Di Francesco non è più il responsabile tecnico del club. La società ringrazia l’allenatore per il lavoro svolto sulla panchina giallorossa e gli augura il meglio per il futuro». Quindi Eusebio Di Francesco lascia così la panchina della Roma. A sostituirlo sarà Claudio Ranieri. La decisione è stata presa dalla dirigenza a Trigoria, al rientro da Oporto. Al momento la società sta cercando un accordo con il nuovo allenatore.

Chi è Claudio Ranieri?

Claudio Ranieri non è una novità per la società giallo-rossa. Ranieri guidò già la Roma tra il 2009 e il 2011. Claudio Ranieri è nato a Roma il 20 ottobre 1951 ed è un allenatore di calcio ed ex difensore italiano. Come calciatore ha esordito nella Roma, ma tra il 1976 e il 1982 diventò il giocatore con più presenze in serie A grazie alla squadra del Catanzaro. Si fece notare come allenatore conquistando due promozioni con il Cagliari tra il 1988 e il 1991 e vincendo la Coppa Italia di Serie C. Ranieri poi passò al Napoli dove ottenne una qualificazione UEFA nel 1992. Tra il 1993 e il 1997 allenò la Fiorentina, con cui ottenne una promozione in serie A. Nel 1997 si trasferì in Spagna, dove rimase fino al 2000, allenando il Valencia e poi l’Atletico Madrid, prima di passare al Chelsea dove rimase per quattro stagioni. Nel 2007 rientrò in Italia, dove allenò il Parma, la Juventus, la Roma e l’Inter. Dal 2012 al 2014 allenò il Monaco in Francia. Dopo un periodo come allenatore della Grecia conclusosi anticipatamente con un esonero, tornò in Inghilterra al Leicester City e vinse la Premier League nel 2016. Questo successo gli valse il premio come allenatore dell’anno da parte della FIFA. Al momento dovrebbe partire la sua nuova avventura sulla panchina della Roma dopo l’esonero del 7 marzo 2019 di Eusebio Di Francesco.

Leggi anche –> L’arte del parametro zero: i migliori affari del calciomercato italiano

Ecco perché non dovresti mettere la carta igienica attorno al water dei bagni pubblici

Divorzio, quando la legge è femminista: la storia di Carlo