in ,

Roma Fiction Fest 2015, da Kasia Smutniak a Miriam Leone: tutti i vincitori della nona edizione

Si è conclusa ieri la nona edizione del Roma Fiction Fest, il grande Festival dedicato alle serie tv nazionali e non: bilancio positivo per quest’edizione 2015 che, anche grazie al ritorno della sezione dedicata alla fiction internazionale, ha visto un aumento di pubblico del 20%.

Giornata di chiusura ma anche giornata di premi: una giuria presieduta da Steven Van Zandt e composta da Geppi Cucciari, Giancarlo De Cataldo, Stefano Disegni, Gloria Satta, Maureen Van Zandt ha assegnato i riconoscimenti per il Concorso Internazionale. Il premio per miglior nuova TV Series/Limited Series/TV Movies è andato a The Man in the High Castle, serie tv Usa del 2015, mentre Kasia Smutniak si è aggiudicata il premio come Miglior Attrice in una nuova TV Series/Limited Series/TV Movies. Miglior attore è invece Rami Malek in Mr.Robot e il premio per la miglior regia è andato invece a Erik Skjoldnjaerg per Occupied: a Peter Bowker è andato invece il premio per la miglior sceneggiatura in Capital.

A 1992 è andato il Premio Francesca Scardamaglia per la Miglior Sceneggiatura e la stessa giuria ha anche assegnato una menzione speciale al tv movie Una casa nel cuore: il Premio L.A.R.A. per il Miglior attore e attrice nelle serie e miniserie edite 2014 / 2015 è andato invece a Guido Caprino (1992) e Anita Caprioli (La strada dritta). Il Premio Telegatto Speciale è stato invece assegnato a Marco Bocci e Miriam Leone mentre Stranger ha ottenuto il riconoscimento Carlo Bixio per la miglior sceneggiatura originale: Miranda & Io e In caso di incendio hanno vinto, in ex aequo, la Targa Siae “Idea D’Autore”.

Attentati di Parigi: ecco cosa hanno scritto i politici italiani

je suis paris

Lettera dall’incubo: “Io studentessa italiana a Parigi, nel giorno della strage”