in

Roma Film Festival 2013: l’attesa Scarlett incanta la kermesse

La sua assenza alla conferenza stampa si è fatta notare. Senza nulla togliere al regista Spike Jonze e a Joaquin Phoenix e Rooney Mara ma Scarlett Johansson, la voce di “Her”, ha voluto accontentare gli estimatori che volevano vederla. Così, la diva più attesa della kermesse, ha sfilato e sul tappeto rosso ha firmato qualche autografo. International Rome Film Festival: 'Her'

L’attrice si è mostrata in tutto il suo splendore fasciata in un vestito corto bianco decorato che s’ispirava agli Anni ’50 e ai piedi dei sandali dorati alla schiava. Quel che colpisce è che quest’ultima nel film non appare mai ma presta la sua voce al sistema operativo di un computer del quale si innamora follemente il personaggio interpretato da Joaquin Phoenix. Per Scarlett è bello essere ‘solo’ una voce perché è stato molto liberatorio senza avere la responsabilità del proprio corpo che diventa centrale ed essenziale quando si recita.

Una performance, la sua, che per molti critici potrebbe portarle farle guadagnare una nomination all’Oscar. Ha spiegato che è stato un lavoro diverso da ogni altro film che ha fatto ma molto gratificante.  All’inizio non sapeva come avrebbe dovuto affrontare questo ruolo e anzi il tutto è stata una bella sfida. Scherzando ha poi aggiunto che  quando si doppia non serve vestirsi in modo elegante ma si potrebbe andare al lavoro anche in pigiama.

Seguici sul nostro canale Telegram

UeD Trono Over

Anticipazioni Uomini e Donne: al Trono Over non solo polemiche

Song 'e Napule Giampaolo Morelli e Serena Rossi

Roma Film Festival 2013: i pregiudizi e luoghi comuni in “Song ‘e Napule”