in ,

Roma news, Garcia verso l’esonero prima di Roma – Genoa: ecco chi potrebbe prendere il posto

L’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dello Spezia, squadra di metà classifica di Serie B, che non solo ha eliminato la Roma, ma non le ha concesso praticamente nulla, potrebbe costare caro a mister Rudi Garcia, che sembra ormai arrivato al capolinea delle sua avventura in giallorosso. La dirigenza americana, infatti, come riportato da Repubblica.it, sembra aver perso la pazienza e sarebbe pronta all’ennesimo stravolgimento per il bene dell’intera società, addirittura prima di Roma – Genoa.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NEWS SULLA SERIE A 2015-2016.

Una squadra senza né capo né coda, giocatori stanchi, appannati e poco determinati. Questo il sunto di quanto si vede in campo domenica per domenica, in Champions League e anche in Coppa Italia. Probabilmente l’errore più grande è stato fatto a luglio, quando si è “deciso di non decidere”, trattenendo di fatto Rudi Garcia alla Roma, nonostante già i rapporti si fossero ampiamente incrinati.

Per questi motivi, c’è stato un vertice notturno tra dirigenza e Rudi Garcia e il futuro del tecnico francese sembrerebbe già scritto. Questi i nomi che potrebbero andare a sostituirlo: Marcelo Bielsa che è libero da ogni vincolo contrattuale e piaceva molto già dai tempi di Zeman a Walter Sabatini; Luciano Spalletti, che è il nome che stuzzica di più la tifoseria e che piace molto alla dirigenza; Marcello Lippi, tecnico di grande esperienza che potrebbe traghettare il club fino a fine stagione; Walter Mazzarri, attualmente in pausa forzata. Nomi e tante incertezze per la Roma. Per il momento la certezza è soltanto una: Rudi Garcia è appeso a un filo.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Cena della Vigilia di Natale 2015 a Napoli: ecco il menù della tradizione partenopea

vittorio sgarbi figlia riina

Vittorio Sgarbi ricoverato d’urgenza, il post su Facebook: “Capre, sono ancora qui”