in

Roma, sciopero generale 25 ottobre: non si ‘potrà’ buttare l’immondizia

Lo sciopero generale previsto a Roma venerdì 25 ottobre 2019 si preannuncia davvero paralizzante. La capitale si troverà bloccata in ogni servizio, dal trasporto pubblico alla raccolta dei rifiuti. Una situazione piuttosto complicata nella già precaria condizione della città capitolina. È proprio per questo che Ama, la municipalizzata che si occupa dei rifiuti a Roma, ha chiesto ai cittadini uno sforzo per evitare di aggravare uno scenario che si prospetta già piuttosto difficile. La richiesta – appellandosi al senso civico – è, dunque, che i cittadini non gettino i rifiuti nei cassonetti sotto casa per quel giorno.

Roma sciopero generale 25 ottobre, l’appello ai cittadini

«Si fa appello al senso civico e alla collaborazione di tutti i romani – si legge in una nota diffusa da Ama in previsione dello scioperoaffinché nella giornata di venerdì 25 ottobre si eviti il conferimento delle varie frazioni di rifiuto per non sovraccaricare le postazioni di cassonetti stradali». Dunque, nessun tipo di immondizia dovrebbe essere – per il bene della comunità – buttato nei cassonetti presenti in strada, per evitare il rischio che Roma si trovi sommersa dai sacchetti. Saranno garantiti soltanto i servizi minimi di raccolta davanti a ospedali, case di cura e asili.

Proteste e insulti sui social della municipalizzata

Ama garantisce che l’attività di recupero dei rifiuti tornerà regolare già a partire da sabato 26 ottobre, ma un solo giorno di assoluta assenza dei netturbini potrebbe far saltare completamente il piano settimanale di conferimento in discarica. Le conseguenze, com’è immaginabile, vedrebbero i cassonetti – già pieni e maleodoranti – ancor più carichi. E già – dopo la richiesta dell’Ama – si è scatenata la protesta sul web con gli account social inondati di messaggi e proteste. Ma, alla fine, siamo davvero sicuri che i romani noteranno la differenza?

Leggi anche —> Il Santo del giorno 22 ottobre: San Giovanni Paolo II

Il Santo del giorno 22 ottobre: San Giovanni Paolo II

Alessandria maltempo, un morto e due dispersi: scuole chiuse e treni cancellati