in ,

Roma studente americano morto nel Tevere: arrestato il presunto assassino, ecco chi è

AGGIORNAMENTO ORE 11,00: Contrariamente a quanto riferito inizialmente da Tg Com24, il soggetto arrestato per l’omicidio dello studente americano, Beau Solomon, non è il suo connazionale compagno di studi, ma un senzatetto. Questa notte dopo avere sentito diverse persone, gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato Trevi-Campo-Marzio, hanno arrestato Massimo Galioto, 40enne romano senza fissa dimora, lo conferma l’Ansa. L’uomo è accusato di omicidio aggravato da futili motivi.

Fermato a Roma dai carabinieri il presunto assassino di Beau Solomon, lo studente americano di 20 anni sparito il 30 giugno scorso e ritrovato cadavere ieri mattina, 4 luglio, nelle acque del Tevere. Ne ha appena dato notizia TgCom24.

Si tratta di un 19enne suo connazionale che come lui frequentava la John Cabot University, trasferitosi nella Capitale per per frequentare un corso di aggiornamento universitario. Secondo la ricostruzione avrebbe gettato la vittima nel fiume al culmine di un litigio nato, molto presumibilmente, per un tentativo di rapina. Ma gli accertamenti del caso sono ancora in corso.

Decisive le testimonianze di due italiani che hanno riferito agli inquirenti di aver visto, venerdì scorso intorno alle 2 del mattino, una persona spingere qualcuno giù dal ponte Garibaldi, sul Tevere, appunto. Al vaglio le telecamere di videosorveglianza.

ecommerce lanieri

Lanieri: l’e-commerce made in Italy per l’uomo raffinato ed elegante

eliminare la cellulite

Eliminare la cellulite è possibile?