in ,

Roma, Tor Bella Monaca: non smette di giocare alla playstation, il padre lo morde e lo picchia

Incollato alla playstation, non si voleva staccare dalla consolle nonostante i richiami del padre, che esaurito perché il figlio continuava a disobbedirgli, lo ha aggredito ferendolo violentemente.

Tor Bella Monaca, non smette di giocare alla playstation il padre lo picchia e morde

Protagonisti, un egiziano di 65 anni e il figlio dodicenne. La scorsa notte, l’umo stava litigando con il ragazzino che non voleva smettere di giocare al videogioco ed ha perso le staffe, alzando le mani sul figlio e mordendolo al braccio sinistro. I vicini di appartamento, allarmati dalle grida strazianti del giovane, hanno chiamato il pronto soccorso e i carabinieri di Tor bella Monaca, che sono prontamente intervenuti ed hanno arrestato l’uomo con l’accusa di lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.

Il ragazzino è stato portato al policlinico di Tor Vergata, dove i medici che lo hanno visitato hanno deciso di dimetterlo con 10 giorni di prognosi a causa delle ecchimosi riportate sull’addome e sul torace. Sul corpo del 12enne sono state rilevate, inoltre, lesioni compatibili con il morso al braccio sinistro e contusioni. Il padre si trova ora presso la casa circondariale di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

Finger Food ricette, due idee veloci e ideali per feste firmate Benedetta Parodi

moda riciclo, creare un prendisole da una camicia

Recycling: far diventare una vecchia camicia da uomo un prendisole